Il Meeting per l’amicizia fra i popoli nasce nel 1980, come luogo d’incontro dove si possano costruire la convivenza e la pace fra persone di culture diverse. Ogni anno richiama nella città di Rimini, cuore pulsante dell’Emilia-Romagna, grandi personaggi della politica, manager dell’economia, intellettuali e artisti, sportivi e, ovviamente, centinaia di migliaia di visitatori italiani e stranieri che desiderano scoprire “la bellezza della realtà”. Nel 2019 si sono registrate 800mila presenze agli eventi da settanta nazioni, più di 170 società sponsor e 625 relatori. Per ogni edizione, dall’Italia e dal mondo arrivano in Romagna migliaia di volontari per occuparsi dell’organizzazione del Meeting, abitualmente prevista nell’ultima settimana di agosto.

Quest’anno si tratta di un’edizione speciale: dal 18 al 23 agosto, vuole rappresentare uno dei primi momenti di riflessione collettiva sull’Italia e sull’Europa del post Covid, in modalità “blended”. Viene cioè trasmesso sulle piattaforme digitali (sito, social media, canale YouTube), mentre alcuni eventi si tengono con presenza di pubblico nella sede della manifestazione, il Palacongressi di Rimini. Dimostrando così che da una crisi può nascere un’opportunità, quella di rendere il Meeting ancora più internazionale, grazie alla trasmissione di tutti gli speech e gli spettacoli sia in italiano che in inglese e di numerosi incontri on demand anche in spagnolo, tedesco e altre lingue.

“Il titolo del Meeting – Privi di meraviglia restiamo sordi al sublime, scelto alla fine dell’edizione precedente – poteva sembrare poco idoneo a questo momento storico, ma si è invece rivelato profetico”, spiega il neo presidente della Fondazione Meeting, Bernhard Scholz. Avendo visto con i nostri occhi come può diventare il mondo se adottiamo stili di vita più sostenibili e rispettosi degli altri esseri viventi, non possiamo fare altro che ripartire con il desiderio di migliorarci. In questa sezione di LifeGate trovate le informazioni, gli ospiti e le interviste relative al Meeting 2020 e alle annate precedenti.