Una tisana contro il raffreddore

Farci una tisana è un momento tutto per noi, che dedichiamo al nostro benessere, fisico e psichico. Ecco quale e come scegliere tra le innumerevoli varietà, anche per contrastare il raffreddore.

Scegliere tra le tisane o un tè in commercio è davvero difficile. Ce n’è per tutti  gusti; tra i più diffusi nel periodo invernale vi sono quelli alla cannella, allo zenzero e alla liquirizia, con proprietà ottime contro i mali di stagione, come il raffreddore.

Liquirizia per digerire

La liquirizia (Glycyrrhiza glabra) era apprezzata sin dagli antichi Egizi, che la consideravano un tesoro di dolcezza e proprietà terapeutiche. Ne furono trovati, addirittura, alcuni mazzetti nella tomba di Tutankhamon, perché potesse assaporarla anche nell’Aldilà.

Di questa pianta si usano le radici. E’ utile per combattere i disturbi dell’apparato digerente, le gastriti, le ulcere. E’ un buon  rimedio contro la tosse. Da ricordare è che la liquirizia è leggermente ipertensiva, per cui non è adatta per chi ha problemi di pressione alta.

 

una-tisana-al-giorno-2
La liquirizia è un buon rimedio contro la tosse.

 

Cannella contro il raffreddore

Il nome cannella (Cinnamomum ceylanicum) significa probabilmente “amomo della Cina”, ad indicare, forse, la provenienza della preziosa spezia che, nota in Europa sin dal Duecento, fu utilizzata per le sue proprietà solo a partire dal XVI secolo.

Della pianta si usa la corteccia, che deve essere molto fine. E’ utilizzata come tonico negli stati di stress psico-fisico o in caso di esaurimento nervoso; è buona contro l’influenza, il raffreddore, e gli stati influenzali in generale. Come la liquirizia, infine, combatte i  disturbi dell’apparato digerente, ad esempio colite e digestione lenta.

Zenzero per rinforzare il sistema immunitario

Come la cannella, anche lo zenzero (Zingiber officinalis) proviene dall’Asia meridionale, in particolare dalla Cina e dall’India. Tra le molte proprietà, gli si attribuisce anche quella di  afrodisiaco, ben nota sin dal Settecento.

Dello zenzero si usa il rizoma. Analogamente a cannella e liquirizia, è usato come digestivo, carminativo, ma anche contro la nausea e la perdita di appetito. E’ inoltre utile per rinforzare il sistema immunitario, ha buone qualità contro la febbre,  l’influenza, il raffreddore, la tosse. Fa bene alla circolazione.

Articoli correlati