Expo 2015

Wheatfield. Un campo di grano ai piedi dello skyline milanese

5 ettari nell’area di Porta Nuova, ai piedi del Bosco Verticale e della torre Unicredit seminati a grano. Arte e ambiente unite per Expo2015.

Si è seminato lo scorso sabato 28 febbraio, il campo di grano che entro l’estate colorerà d’oro l’area di Porta Nuova a Milano, ai piedi del Bosco Verticale e della torre Unicredit . Una semina collettiva, partecipata, con centinaia di cittadini e bambini che per un giorno si sono trasformati in contadini urbani.

 

IMG_20150228_145055

Un momento della semina.

Un’opera d’arte ambientale che l’artista Agnes Denes realizzò a New York nell’82 e che oggi riporta nella città che ospiterà Expo2015. Torna così in pieno centro l’arte della semina.

 

77592.png

L’effetto del grano maturo, ai piedi del World Trade Center. Wheatfield di Agnes Denes.

Una semina dal valore simbolico, voluta da Fondazione Nicola Trussardi, in collaborazione con Fondazione Riccardo Catella e Confagricoltura (che seguirà tutti gli aspetti tecnici della coltivazione, dall’aratura, alla sarchiatura, alla mietitura). Un’opera imponente che coprirà i 5 ettari di parco che vedrà sorgere nei prossimi anni la Biblioteca degli Alberi.

 

IMG_20150228_144502

 

Per la realizzazione della semina sono stati trasportati 15.500 metri cubi di terra da coltura nell’area che ha aperto i cancelli al pubblico per un solo giorno, dove saranno sparsi 1.250 chili di sementi di grano e circa 5.000 chili di concime.

 

IMG_20150228_144732

 

“Il messaggio principale che l’artista vuole veicolare è quello della consapevolezza”, spiega Beatrice Trussardi, presidente della Fondazione Nicola Trussardi. “Consapevolezza di quello che è la natura e di quello che sono i gesti semplici. Perché coltivare è un gesto fondamentale, che serve per nutrirsi. E che è appunto il tema di Expo di quest’anno”.

 

 

L’impatto visivo sarà notevole: da un lato l’avanguardia e la tecnologia con le torri e il nuovo skyline milanese sorto in questi anni, di vetro e cemento. Dall’altro invece la tradizione e la solennità di un gesto antico di migliaia d’anni, la semina e la mietitura.

Immagine di copertina via Fondazione Trussardi.

 

 

Articoli correlati