Cooperazione internazionale

Pi greco day: 5 curiosità per sapere cos’è e perché si festeggia

Per indicare il 14 marzo, gli statunitensi scrivono 3,14: un perfetto pi greco che ha portato a festeggiare ogni anno in questa data il “pi day”

Il primo Pi greco day

Fu celebrato nel 1988 su iniziativa di Larry Shaw allExploratorium di San Francisco. Il fisico propose, per quella prima bizzarra celebrazione, un corteo circolare attorno a uno degli edifici del museo e vendita di torte di frutta. Negli anni la celebrazione ha fatto il giro del mondo, scatenando la fantasia di migliaia di nerd (che continuano a festeggiare realizzando torte).

 

Pi cake. Foto © 2.bp.blogspot.com
Pi cake. Foto © 2.bp.blogspot.com

 

A che ora si festeggia

Per festeggiare correttamente il Pi day bisogna aspettare le ore 15.00 del 14 marzo: 3,1415 è infatti un’approssimazione migliore di pi greco.

 

Cos’è pi e chi lo scopre

È un numero irrazionale, che non può essere espresso come rapporto tra numeri interi; si approssima, per comodità, ai soli due primi decimali dopo la virgola. Si tratta di una costante, definita, nella geometria piana, come il rapporto tra la misura della lunghezza della circonferenza e la misura della lunghezza del diametro di un cerchio. Il suo scopritore è il matematico greco Archimede.

 

Archimede

Nasce a Siracusa, città greca (dorica) di Sicilia verso il 287 a.C. Da qui si trasferisce ben presto in Egitto, ad Alessandria, già all’epoca centro frequentato da numerosi intellettuali e scienziati. Torna infine nella sua città natale, dove viene ucciso nel 212 a.C durante l’assedio romano; secondo la leggenda, sarebbe stato sorpreso da un soldato mentre rifletteva tra sé su qualche calcolo e ucciso perché aeva indugiato prima di riferire il proprio nome. Archimede non è solo lo scopritore del pi greco: ha scritto diversi trattati su sfera e cilindro e sui conoidi; ha inventato la macchina idraulica nota come vite perpetua, la carrucola, la leva e, in ambito militare, specchi ustori e catapulte.

 

Archimede a Ortigia. Foto: © LiveSicilia.it
Archimede a Ortigia. Foto: © LiveSicilia.it

 

La statua

Secondo uno studio realizzato dal Comune sui maggiori attrattori turistici della città di Siracusa, l’80 per cento degli italiani sa chi sia Archimede, ma solo il 20 per cento sa che nacque nella città sicula. Per “rimediare”, è stata inaugurata domenica 13 marzo la statua del grande matematico, posizionata proprio all’ingresso dell’isola di Ortigia, sede dell’antico nucleo della città. È stata voluta dal Comitato monumento Archimede; il progetto ha visto una gestazione di dieci anni. La statua è alta 2,60 metri, compresa di basamento 3,20 metri.

Articoli correlati
Un terremoto nel terremoto

Emergency continua a offrire supporto psicologico e assistenza infermieristica alla popolazione del centro Italia colpita dal sisma nel 2016, dove oggi il restare a casa diventa qualcosa di estremamente complesso.