Cooperazione internazionale

Francia, assolto Cédric Herrou. L’agricoltore che aiutava i migranti alla frontiera

Cédric Herrou era stato condannato per aver aiutato 200 migranti a varcare il confine tra Italia e Francia. Ora è arrivata l’assoluzione definitiva.

Simbolo della solidarietà e della mano tesa ai migranti in arrivo in Francia, Cédric Herrouagricoltore transalpino che vive al confine con l’Italia ed è finito sotto processo per aver aiutato donne, uomini e bambini migranti ad attraversare la frontiera – è stato assolto in via definitiva. La decisione è arrivata dalla Corte d’appello di Lione dopo una lunga battaglia giudiziaria.

Cédric Herrou ha aiutato circa 200 migranti a varcare la frontiera

I giudici lo hanno prosciolto da ogni accusa nella giornata di mercoledì 13 maggio. Ciò sulla base di un “principio di fratellanza” imposto dal Consiglio costituzionale (equivalente della nostra Corte costituzionale). Cédric Herrou avevo adito infatti il più alto organo della giustizia francese dopo una condanna a quattro mesi di prigione, con la condizionale, subita nell’agosto del 2017.

Francia migranti Cédric Herrou
Cédric Herrou, l’agricoltore francese assolto per aver aiutato decine di migranti © Yann Coatsaliou/Afp/Getty Images

All’epoca, era stata la Corte d’appello di Aix-en-Provence ad aver pronunciato la sentenza: l’uomo era stato considerato colpevole di aver trasportato circa 200 migranti, principalmente eritrei e sudanesi, al di là della frontiera, e di aver organizzato una sorta di campo d’accoglienza. Ciò dopo una condanna soltanto pecuniaria, in primo grado, a Nizza.

“Chi aiuta i migranti in modo disinteressato non può essere perseguito”

Nella loro pronuncia del 6 luglio 2018, i giudici costituzionali avevano tuttavia ribaltato la questione, affermando che “un aiuto disinteressato nei confronti dei migranti, sia in forma individuale che militante ed organizzata, non può essere perseguito”.

Ciò in quanto condannare chi si occupa di sostenere i migranti “lederebbe la libertà di aiutare il prossimo, con fini umanitari, a prescindere dalla questione della regolarità del soggiorno dei migranti sul territorio nazionale”. Così, la Corte di cassazione ha dovuto prendere atto di tali indicazioni, annullando nel dicembre del 2018 la condanna e rinviando di nuovo la questione alla Corte d’appello di Lione, che a sua volta ha assolto definitivamente Herrou.

Articoli correlati
Un terremoto nel terremoto

Emergency continua a offrire supporto psicologico e assistenza infermieristica alla popolazione del centro Italia colpita dal sisma nel 2016, dove oggi il restare a casa diventa qualcosa di estremamente complesso.