Analisi Sri, questa sconosciuta

In Italia, nessuna banca ha un team di analisti specializzato nell’analisi degli investimenti responsabili. L’esempio di Société Générale.

Analisi Sri questa sconosciuta. In Italia, nessuna casa di brokeraggio “sell-side” (cioè che vende le proprie raccomandazioni d’investimento in Borsa) ha al suo interno un team di analisti specializzato nell’analisi degli investimenti responsabili. Si tratta di assenti illustri come Intermonte, Mediobanca, Equita e Banca Imi.

 

Nel mondo, Société Générale ha fatto da pioniera introducendo la metodologia dell’analisi “integrata”, basata cioè sull’incorporazione degli indicatori Esg (Environment, Social and Governance) all’interno dell’analisi fondamentale. In base a un’inchiesta condotta da ETicaNews, l’esempio di SocGén è stato seguito da poche coraggiose: Kepler-Cheuvreux, Ubs, Morgan Stanely e Bank of America-Merrill Lynch (resta il punto interrogativo su Goldman Sachs che, accreditato come attivo sul fronte Sri, non ha però risposto alle domande).

 

In Italia esistono però uffici studi sensibili al tema. L’Istituto centrale delle banche popolari italiane (Icbpi), per esempio, inserisce in fondo ai propri report una sezione qualitativa in cui confluiscono, sotto forma di “fattore di rischio”, le componenti della sostenibilità ambientale, sociale e di governance. Chi traduce la dimensione della sostenibilità in numeri è Banca Akros, dove gli analisti, nel calcolo della volatilità rispetto al mercato, possono inserire alcuni fattori legati in particolare alla governance come il rischio politico, la qualità del management, la trasparenza finanziaria e la comunicazione corporate.

Articoli correlati