L’Arsenal e le Nazioni Unite insieme per il clima

L’Arsenal è la prima squadra della Premier League ad aderire all’iniziativa delle Nazioni Unite “Sport al servizio dell’azione climatica”.

L’Arsenal è la prima squadra di calcio della Premier League (la Serie A inglese) ad aderire al programma delle Nazioni Unite “Sports for Climate Action” (Sport al servizio dell’azione climatica). In questo modo si affianca ad un altro club, di quarta divisione, che aveva già effettuato lo stesso passaggio: il Forest Green Rovers Fc.

L’Arsenal punta alla carbon neutrality entro il 2050

La eco che può garantire una squadra importante come quella dei “Gunners” è tuttavia, ovviamente, molto più grande. E la sfida che raccoglie la squadra londinese è in effetti non indifferente: raggiungere di qui al 2050 la carbon neutrality, ovvero l’azzeramento delle emissioni nette di CO2 provocate dalle proprie attività. L’Arsenal si è dunque impegnato a ridurre il proprio impatto climatico, ma anche ad avviare azioni di educazione e sensibilizzazione sulla questione del riscaldamento globale. Anche promuovendo consumi sostenibili e responsabili.

alberi arsenal calcio
Gli alberi piantati dal club di calcio dell’Arsenal © arsenal.com

Hywel Sloman, dirigente del club, ha spiegato in un comunicato di aver “già avviato un certo numero di iniziative per il rispetto dell’ambiente. A cominciare dal fatto di utilizzare unicamente energia prodotta da fonti pulite, in partnership con la Octopus Energy, a partire dal 2016”.

Piantati 29mila alberi nei pressi del centro sportivo London Colney

Allo stesso modo, l’Arsenal nel 2018 ha anche installato un sistema di stoccaggio di energia, tramite batterie. Ha quindi piantato 29mila alberi con l’obiettivo di creare una foresta nei pressi del centro sportivo nel quale si allenano i calciatori, il London Colney.

Ha poi adottato un sistema di riciclo di acque usate, imposto l’uso bicchieri riutilizzabili nel corso delle partite, nonché distributori di acqua. In ogni struttura di proprietà del club, infine, l’illuminazione è garantita da lampade a led, al fine di minimizzare il consumo elettrico. Un esempio che se tutti i club del mondo seguissero, potrebbe garantire un impatto per nulla indifferente a livello globale.

Articoli correlati