Beatles: il loro successo continua… ma “vanno aiutati”

Il successo dei Beatles è ai massimi livelli. Eppure domani, 19 luglio 1965, arriverà una particolare “richiesta d’aiuto” da parte della band.

L’anno prima sono atterrati negli Stati Uniti. Lì il 9 febbraio 1964 sono stati ospiti del più popolare show televisivo d’America, l’Ed Sullivan Show, e due giorni dopo hanno tenuto il loro primo concerto americano al Washington Coliseum di Washington D.C. La Beatlemania ormai è ai suoi massimi livelli. Ed è irrefrenabile.

I Beatles sono padroni del mondo grazie alla loro musica, ma nel frattempo pare che tutto questo successo stia stressando notevolmente i Fab Four. Il gruppo viene infatti idolatrato sempre e ovunque a prescindere da come e da cosa suoni. A un concerto dei Beatles ormai non importa se uno qualsiasi dei quattro commetta errori, poiché è impossibile sentire la band con gli attuali sistemi di amplificazione in spazi grandi come gli stadi. Né i Beatles stessi riescono ad ascoltarsi mentre si esibiscono dal vivo, perché non ci sono ancora i monitor sul palco.

 

http://www.youtube.com/watch?v=Uu0gD6Zsjcc

 

Domani, però, arriverà un pezzo dal notevole impatto. Domani, 19 luglio 1965, uscirà Help!.

È John Lennon l’autore principale del brano e nel suo testo si legge un’insicurezza poco chiara per l’immagine che i Beatles davano (o dovevano dare) al loro pubblico in quel periodo. Suona davvero strana la richiesta di aiuto, eppure quel successo indubbiamente era difficile da gestire soprattutto per i tempi ridottissimi che i quattro avevano tra un impegno e l’altro, che fosse un concerto, la registrazione di nuovi pezzi ecc.

 

Il 6 agosto uscirà poi l’album prodotto da George Martin e il 29 dello stesso mese sarà proiettato in prima mondiale al Pavillion di Londra il film diretto da Richard Lester. In nessuno dei due casi non vi è alcun dubbio riguardo al titolo. Entrambi si intitoleranno infatti “Help!”, come quella strana richiesta di aiuto da parte del gruppo e come uno tra i tanti pezzi famosi di una band più che leggendaria.

 

Leonardo Follieri

Articoli correlati
Lucio Battisti arriva sulle piattaforme di streaming online

Dopo una battaglia legale (in realtà ancora in corso) sui diritti musicali del catalogo della casa editrice musicale Acqua Azzurra, il liquidatore nominato dal Tribunale di Milano ha annunciato “l’estensione del mandato anche all’incasso dei diritti sul web” di dodici dischi a firma Lucio Battisti-Mogol.

Yoko Ono nel cast del nuovo film di Wes Anderson

Isle of dogs è il titolo del nuovo film d’animazione firmato Wes Anderson. A dare voce ai personaggi, tanti artisti e attori fra cui Yoko Ono, Bill Murray, Tilda Swinton, Edward Norton e Scarlett Johansson.