Cosmesi naturale

Beauty test: Bionike 15 Fruit Xsense

Un nuovo packaging sfizioso e allegro per 15 Fruit Xsense di Bionike, un prodotto dalla formula versatile che ci è piaciuto moltissimo.

Un nuovo packaging sfizioso e allegro per 15 Fruit Xsense di Bionike, un prodotto dalla formula versatile: ve lo raccontiamo nel dettaglio.

15 Fuit Xsense: cos’è, a cosa serve e come si usa 

Si tratta di un cosmetico Bionike, un marchio conosciuto nella cosmesi dermatologica dal 1986 per l’attenzione verso le pelli sensibili o con intolleranze e per la “filosofia dei senza”, ovvero senza conservanti e glutine e con nickel in tracce trascurabili. Il termine Bionike (“vittoria della vita”), infatti, non indica la presenza di ingredienti di origine biologica, ma significa piuttosto che i prodotti sono pensati e formulati per non danneggiare le pelli più delicate.

Fruit Xsense di Bionike è un olio leggero e non untuoso che idrata, protegge e rigenera la pelle in un unico gesto, con in più un profumo piacevole che mette di buonumore. La texture setosa e avvolgente è  infatti abbinata a una fragranza sensuale: un mix di note fruttate fresche e leggere, con tocchi fioriti e muschiati, intensi e avvolgenti.

Si tratta di un olio un po’ speciale, che può essere definito “multisensoriale” perché è veramente piacevole al tatto, grazie alla consistenza leggera; alla vista, per il flacone in vetro sfumato; e infine per l’olfatto, grazie alla profumazione fruttata e fiorita, dovuta anche all’alta presenza di veri estratti di frutta (da anguria, limone, arancia, fragola, pesca, mela…). L’azione è idratante, nutriente e protettiva.

Come si usa

Sul viso: vaporizzare una piccola quantità sul palmo delle mani ed applicarlo poi con tocchi leggeri, evitando il contorno occhi.

Sul corpo: applicare sulla pelle asciutta o umida per un effetto più setoso. Non lascia tracce untuose, viene assorbito in pochi istanti.

Anche sui capelli: distribuire sulla lunghezza dei capelli asciutti o umidi, senza risciacquare. Evitare il cuoio capelluto. Chi ha i capelli normali, e non particolarmente secchi, provi una prima volta soltanto sulle punte.

Il flacone è in vetro, ottima notizia soprattutto per l’ecologia (visto che si ricicla). Si tratta di una scelta comunque inusuale: per gli oli, spesso, si preferisce la bottiglia in plastica (decisamente più inquinante) perché non rischia di rompersi in caso dovesse scivolare.

A chi è consigliato

15 Fruit Xsense di Bionike piacerà molto a chi ama i cosmetici ricchi di estratti vegetali e con un profumo fresco, fruttato ed energizzante. Quest’olio è adatto anche alle pelli sensibili, non dimentichiamo che Bionike è nota soprattutto per le formule ad altissima tollerabilità cutanea.

Dalla fragola si estrae un olio tonificante, contenuto in Xsense 15 Fruit di Bionike
Dalla fragola si estrae un olio tonificante, contenuto in Xsense 15 Fruit di Bionike

Ingredienti e principi attivi. Leggiamo l’INCI

Il primo ingrediente è ethylhexyl palmitate, una sostanza emolliente e nutriente eudermica (buona per la pelle). Chiamato anche octyl palmitate, in italiano ottilpalmitato, ha un nome che può trarre in inganno. In questo caso, non c’entra l’olio di palma in quanto è un derivato dell’olio d’oliva. Perciò possiamo stare tranquilli.

Il secondo è octyldodecanol, che ha le stesse funzioni. Poi troviamo isoamyl laurate, un acido grasso ottenuto dall’olio di noce di cocco.

Troviamo poi una serie di sostanze che ammorbidiscono la pelle, come il caprylic/capric triglyceride, un emolliente molto naturale, il dibutyl adipate e l’isododecane, che invece sono petrolati, e il dicaprylyl carbonate, infine, altro emolliente sicuro e non irritante.

Per quanto riguarda la fragranza (parfum) non si specifica la provenienza della profumazione.

Gli oli estratti dai semi della frutta

Arriviamo al “cocktail” di oli vegetali: olio di semi di anguria, arancia, limone, fragola, fico d’India, ciliegia, albicocca, prugna, pesca, mela, melograno, mela, lampone, mirtillo, mora, uva, oliva, e infine estratto di foglie di mirto ed estratto di foglie di vite. Infatti, il 15 per cento della formula è composto da oli estratti da semi di frutti italiani. In particolare:

Oli estratti dai noccioli dei frutti di pesca, prugna, ciliegia e albicocca: dal tocco leggero e dalle benefiche proprietà ristrutturanti, leviganti, lenitive.

Oli estratti da frutti di bosco: ricchi di acidi grassi essenziali e carotenoidi, svolgono un’intensa azione anti-ossidante, anti-età ed emolliente.

Oli del Mediterraneo: sono estratti da frutti tipici della costa del Mediterraneo, come melograno, uva, fico d’India e anguria. Vantano pregevoli caratteristiche idratanti, nutrienti, rivitalizzanti e rassodanti.

Oli da agrumi: ricchi di vitamine A ed E, da sempre noti come preziosi alleati del benessere, gli oli da arancio e limone svolgono un’azione tonificante e rinfrescante.

Cosa ci dice la confezione

15 Fruit Xsense è senza conservanti (preservative free), adatto a chi ha allergie al nichel (nickel tested) e per chi manifesta intolleranza al glutine o soffre di celiachia (gluten free).

Il tempo massimo di utilizzo consigliato (Pao, acronimo per “period after opening”) è di 12 mesi.

La scatola è in cartoncino ed è pertanto riciclabile; l’ideale sarebbe stato leggere in etichetta la dicitura Fsc o Pefc, che sono i marchi che garantiscono la provenienza della carta da foreste gestite in modo sostenibile… ma non è questo il caso. La confezione è comunque tutta riciclabile: quando il prodotto finisce, la bottiglia di vetro è separabile dalla pompetta in plastica, perciò è facilmente differenziabile.

Csr

Icim, l’azienda che realizza i prodotti Bionike, è impegnata su più fronti sia dal punto di vista ambientale che sociale (Csr). Nel 2017 è prevista l’installazione di due impianti fotovoltaici nella sede di Lainate, in modo da ridurre di oltre un quarto le emissioni di CO2 dello stabilimento. Ci sarà inoltre la sostituzione delle luci classiche con quelle a LED, sempre nell’ottica del risparmio energetico.

L’azienda è poi impegnata dal 2012 nella sponsorizzazione di mostre, in attività volte a sostenere i teatri italiani e nel restauro di opere d’arte; è operativamente al fianco delle onlus Incontradonna e FareXbene, che operano per rendere migliore la vita delle donne.

Infine, nel 2015 e nel 2016 Icim ha attivato due progetti educativi nelle scuole italiane rivolti agli adolescenti e ai bambini per insegnare loro come stare bene nella propria pelle.

15 Fuit Xsense: dove si trova e quanto costa

Il formato è da 100 ml per 31 euro (prezzo da listino) ed è venduto in farmacia e parafarmacia.

Olio Xsense di Bionike
Olio Xsense di Bionike

 

 

Articoli correlati
Ciglia più forti e belle con metodi naturali

Le vogliamo folte, lunghe e ben incurvate. Tant’è che spesso anche i mascara più tecnologici non riescono a soddisfarci totalmente. Possiamo però rinforzare le nostre ciglia e aiutarle a crescere meglio: vediamo insieme come

Depilazione: metodi naturali ed efficaci

I peli superflui, per le donne, sono un problema più grande rispetto alla cellulite. Eppure i modi per liberarsene sono molti. Pochi però sanno che ci sono anche metodi naturali, che in più funzionano molto bene: ecco i più efficaci