Biocarburanti a Milano

Ecco un elenco delle stazioni di servizio di biocarburanti a Milano

Biocarburanti a Milano .

  • Il Gruppo Tamoil Italia, ha sul mercato il gasolio
    G-2005
    .
    Questo gasolio, con un contenuto di zolfo inferiore a 50 p.p.m.
    (parti per milione) – sette volte più basso del contenuto di
    zolfo del gasolio normalmente venduto – riduce l’emissione di
    composti di zolfo e al contempo garantisce la stessa efficienza
    nelle prestazioni dei motori.

 

  • Le stazioni di servizio Tamoil a Milano:
    Bastioni di Porta Volta, 2
    Via Lunigiana, 1
    Via Padova, 172
    P.za Durante/Leoncavallo
    V.le Romagna/P.za Davin
    Via Mecenate, 69/Via Zante
    Via Cassinis, 14
    Via Ripamonti, 483
    Via Moncalvo
    Via Uruguay/ang. Via delle Ande
    Via Forze Armate, 353/ang. Via Vercesi
    Via Varesina, 16
    Via G.B. Grassi/Boccioni
    Via G.B. Grassi, 15
    Via Litta Modignani, 50
    Via Ornato, 158.
  • Il Gruppo Agip ha sul mercato il gasolio
    BluDiesel
    , che anticipando la normativa europea che sarà
    obbligatoria a partire dal 2009, migliora le prestazioni del motore
    e riduce le emissioni inquinanti.
    Risultati evidenziano come BluDiesel si differenzi dal gasolio
    commerciale, non soltanto per il minore contenuto di zolfo, ma
    anche per una differente formulazione del combustibile, che
    consente una maggiore potenza del motore. In particolare, il
    più elevato numero di cetano, permette alla combustione
    d’iniziare prima, con vantaggi per il funzionamento dei
    motori.

Se conosci distributori stradali segnalali scrivendo a [email protected].
Raccoglieremo tutte le indicazioni per pubblicare una lista
completa, così da consentire a chi volesse di individuare il
distributore più vicino.

Articoli correlati
Tesla Battery day 2020, Elon Musk come Steve Jobs?

Ormai i Tesla Battery day di Elon Musk sono veri “show” attesissimi dai fan della mobilità elettrica di tutto il mondo. A poche ore dall’evento, cresce l’attesa per l’annuncio della “million-mile battery”.