Bucatini con carciofi e zafferano

Un primo piatto leggero e gustoso, cremoso anche senza panna, con i bucatini, i carciofi e un ingrediente capace di esaltare il sapore di tutti gli altri, lo zafferano.

4 PIANETI

 

Ingredienti per 4 persone

350 grammi di bucatini

2 carciofi

1/2 cipolla bianca o dorata

3 piccole acciughe sott’olio (Guida al pesce giusto) 

100 grammi di mollica di pane di grano duro

1 pacchetto di zafferano in fili (2 pizzichi + 1 pizzico per guarnire)

1 mazzetto di prezzemolo

olio extravergine di oliva

sale

pepe

 

bucatini
Pochi ingredienti, ma molto saporiti

 

Preparazione

Mettere a bollire abbondante acqua per la pasta in una pentola capiente. Nel frattempo togliere le foglie esterne più dure ai carciofi, tagliare il gambo e le punte. Dividerli a metà e con uno scavino eliminare la “barba” interna ed eventuali piccole punte. Inserire i carciofi velocemente in acqua acidulata con il limone, per evitare che anneriscano. Tritare la cipolla e mettete lo zafferano in una ciotola, coprendolo con un mestolo pieno di acqua calda della pasta. Mescolare delicatamente. Lo zafferano colorerà l’acqua. In una grande padella scaldare l’olio con le acciughe. Mescolare fino a quando cominciano a sciogliersi dopodiché aggiungere la cipolla e soffriggere per circa un minuto il tutto. Aggiungere i carciofi tritati grossolanamente e cuocere con gli altri ingredienti. Dopo due minuti aggiungere la miscela di acqua e zafferano. Cuocere il composto per altri tre minuti. Salare e pepare. Spegnere il fuoco e aggiungere la mollica di pane. Mescolare bene. Si otterrà una salsa pastosa.

Lessare la pasta e quando è molto al dente spegnere il fuoco. Non colare i bucatini con lo scolapasta ma servirsi di una pinza per spaghetti per trasferirli direttamente nella padella del condimento di carciofi. A questo punto aggiungere un mestolo di acqua di cottura della pasta e mescolare tutto insieme molto bene fino a quando la pasta sarà bene condita. Servire subito guarnendo con prezzemolo tritato e fili di zafferano.

Articoli correlati