Il cane sporca e non pulisci? A Malnate scatta la multa con analisi del dna

A Malnate, comune italiano a pochi chilometri dalla Svizzera, se il cane sporca le strade e il proprietario non pulisce, arrivano multe salate con l’analisi del dna.

Accade a Malnate, comune italiano di 17mila abitanti a otto chilometri dal confine con la Svizzera e con una popolazione di circa 1.400 cani regolarmente censiti: se i proprietari si dimenticano di raccogliere le feci dei propri amici a quattrozampe su strade e altre zone di comune passaggio, si procede a un’analisi del dna sulle deiezioni, risalendo così al cane “colpevole”.

Close up of a dog that pulls the leash of elderly owner.
Per risalire al cane “colpevole” a Malnate propongono l’analisi del dna. Basterà a tenere le strade pulite?

Multe salate al proprietario, più che al cane, colpevole

Le multe possono arrivare fino a 500 euro. Per i cittadini – puntualizzano a Malnate – non ci saranno aggravi di sorta per le analisi del dna, quantificate in circa 20 euro ciascuna. A tutto provvede la società che si occupa della pulizia delle strade del comune. Resta da capire come possa fare l’amministrazione comunale di Malnate a far sì che ogni cittadino depositi il dna del proprio cagnolino. E come sarà possibile fronteggiare il surplus di lavoro per le guardie comunali – si è parlato persino della costituzione di un corpo di “volontari anti deiezioni” – che saranno obbligate a raccogliere i “manufatti” canini e a portarli al laboratorio per le analisi di rito. Progetti simili a quello di Malnate sono già stati avanzati in Spagna e nel Regno Unito, ma per ora non se n’è fatto niente. Resta da vedere se la proposta italiana andrà a buon fine e se veramente sarà possibile arginare in questo modo il problema.

Articoli correlati