Chris Leamy, il musicista che suona per i senzatetto di New York

Un giovane artista suona la chitarra con i senzatetto di New York e condivide le loro storie, favorendo le donazioni dei passanti e la lotta ai pregiudizi.

Da circa due anni Chris Leamy, un cantautore 29enne residente a New York, si siede di fianco ai senzatetto della città che chiedono l’elemosina e, attraverso le note della sua chitarra acustica, racconta le loro storie aiutandoli a raccogliere più soldi dai passanti.

 

 

Dall’idea alla campagna #HePlaysForMe per i senzatetto

“Una notte stavo tornando a casa in metropolitana con la chitarra quando una mendicante, con una tazza in mano, mi fermò dicendo che sarebbe stato molto più facile se avesse avuto una di quelle, indicando la custodia della mia chitarra”, racconta Chris Leamy in un’intervista a Today. “Le persone che suonano strumenti – gli rivelò la donna – spesso ottengono più carità di quelle che non lo fanno”.

 

Chris Leamy e il senzatetto Ricardo
Chris Leamy descrive l’incontro con Ricardo in una giornata di pioggia: “Per non rovinarmi la camicia bianca sul pavimento bagnato mi disse di sedermi su una delle sue magliette”. “Quante magliette hai?”, gli chiesi. “Solo due”.

 

Da quel momento il musicista, trasferitosi in realtà da Chicago nella Grande Mela appena laureato per lavorare in una società finanziaria, decide di utilizzare la propria musica per aiutare i meno fortunati. Diventato un simbolo di solidarietà, ogni fine settimana Leamy si esibisce accanto ai senzatetto sperando che in questo modo possano attirare più contributi dai passanti. Ci riesce. Lancia la campagna di sensibilizzazione #HePlaysForMe sui social, che lo porta a raccogliere migliaia di dollari, donati personalmente agli homeless o alla Bowery Mission di Manhattan, dove i bisognosi trovano assistenza gratuita e accoglienza.

 

Chris Leamy e il senzatetto Miguel Correa
Chris Leamy e il senzatetto Miguel Correa in una delle strade di New York

 

Miguel e i senzatetto raccontati da Chris Leamy

Miguel, Hassan, Ricardo. Le storie umane che ispirano Chris Leamy contro ogni pregiudizio, condivise anche tramite Instagram, raccontano come i senzatetto di New York – una città che ha raggiunto il suo picco dagli anni Trenta con circa 60mila persone per strada – non siano in gran parte ubriachi o fannulloni, ma esseri umani che lottano ogni giorno per sopravvivere in circostanze difficili.

 

Uno di loro, Miguel Correa, non vive più per strada. Con l’aiuto di Leamy e della Bowery ha ottenuto un lavoro e trovato un appartamento nel Bronx. Leamy lo ha avvicinato dopo averlo visto soccorrere una donna caduta sul marciapiede, ignorata da altri newyorkesi che le camminavano vicino.

 

 

Miguel compare nel nuovo video musicale di Chris Leamy, American Man, che nel frattempo ha scritto canzoni per artisti noti come Shaggy e ottenuto un accordo di distribuzione con la Sony. Neanche a dirlo, tutti i proventi ricavati nel primo mese di vendita e streaming dell’EP American Man saranno devoluti a un’organizzazione che aiuta i giovani senzatetto.

Articoli correlati