Biologico

Congresso Mondiale Ifoam dell’agricoltura biologica

Parte a Modena il Congresso Mondiale Ifoam dell’agricoltura biologica in corso dal 18 al 20 giugno. Oltre 1500 partecipanti approfondiranno i temi del biologico.

Agricoltura biologica e cambiamento climatico, salvaguardia
della biodiversità e ruolo della donna nella cultura delle
coltivazioni naturali. Sono questi i temi con cui mercoledì
18 giugno si apre a Modena il 16° Congresso mondiale
dell?agricoltura biologica, organizzato da Ifoam,la Federazione
internazionale che riunisce i movimenti per l?agricoltura biologica
di 108 Paesi, insieme a Provincia di Modena e Aiab Emilia Romagna
(Associazione italiana per l?agricoltura biologica), con il
sostegno del ministero delle Politiche agricole, del ministero
dell?Ambiente e della Regione Emilia Romagna.

Tra i protagonisti della prima giornata personalità di
fama internazionale come la scienziata ecologista Vandana Shiva,
l?attivista indiana Asha Kachru e il professore di agroecologia
Miguel Altieri.

Il workshop su agricoltura biologica e cambiamento
climatico,
organizzato dalla Fao e coordinato dall?alto
funzionario Nadia Scialabba, si terrà all?auditorium della
Fondazione Marco Biagi (viale Storchi 2) dalle ore 11,15 alle 18.
Strutturato in tre sessioni, dedicate all?adattamento e alla
mitigazione del cambiamento ambientale, all?uso dell?energia e alle
bioenergie e al ruolo del carbonio nelle certificazioni biologiche,
l?appuntamento si aprirà con una relazione del
vicepresidente della Fao Alexander Mueller sulle conclusioni del
vertice Fao svolto a Roma dal 3 al 5 maggio. Tra i relatori anche
Vandana Shiva, che in qualità di presidente
dell?International Commission on the Future of Food and Agriculture
presenterà il ?Manifesto on Climate Change and the Future of
Food Security? (Manifesto sul futuro del cibo nell?era del
cambiamento climatico).

Il convegno sulle donne e l?agricoltura
biologica
sarà coordinato da Cristina Grandi,
membro del Consiglio direttivo federale Aiab. L?appuntamento
è in programma dalle ore 11,15 alle 18 alla sala Panini
della Camera di Commercio di Modena (via Ganaceto 134). Temi chiave
della giornata saranno le possibilità di miglioramento delle
condizioni di vita delle donne offerte dall?agricoltura biologica e
il ruolo delle donne nella difesa dell?ambiente e nel consumo di
prodotti naturali. Tra le relatrici anche la direttrice
dell?Istituto per lo sviluppo sostenibile in Etiopia Sue Edwards,
l?ostetrica e scrittrice indonesiana Robin Lim e Asha Kachru,
presidente dell?ong Straniata. Il convegno sarà preceduto da
una celebrazione della femminilità a opera di Kachru e da
una dichiarazione delle coltivatrici biologiche di Modena, in
programma al parco Novi Sad alle ore 9.

La relazione tra l?agricoltura biologica e la
salvaguardia di natura e biodiversità
è al
centro di un convegno che si terrà alla Sala Leoneli della
Camera di Commercio di Modena dalle ore 11.15 alle 19.30. La
giornata di studio, coordinata dal professore
dell?Università di Scienze Gastronomiche di Milano Ettore
Tibaldi, avrà tra i relatori la professoressa
dell?Università della California Louise E. Jackson e il
professore di Agroecologia all?Università di Berkeley Miguel
Altieri.

Nella stessa giornata di mercoledì 18 si apriranno i
lavori della seconda conferenza scientifica organizzata dalla
Società internazionale per la Ricerca in agricoltura
biologica (Isofar). ?Cultivating the future based on science?, una
tre giorni di incontri scientifici con circa 200 interventi,
è strutturata su cinque sessioni che si svolgeranno in
parallelo. I focus specialistici, in programma a partire dalle ore
11,15, vanno dagli studi sui consumatori del biologico agli effetti
della gestione delle colture sulle erbe infestanti, i parassiti e
le malattie.

Info: www.modenabio2008.org

Articoli correlati
Biologico, il momento decisivo è adesso

Le associazioni del biologico chiedono all’Italia di stare al passo con le strategie europee per una transizione agroecologica. Il commento della presidente di Federbio, Maria Grazia Mammuccini.