Destinazione Umana: viaggi ispirazionali

Destinazione Umana organizza viaggi ispirazionali. Cosa sono? Mettono al centro l’uomo e la relazione che si instaura con chi ospita i viaggiatori. Sono ciò di cui quest’epoca ha bisogno.

Siamo perennemente connessi, senza esserlo davvero, le relazioni umane sono precarie così come i lavori e spesso le vite stesse. Oppressi dallo stress, siamo a volte soli ad affrontarlo. Il viaggio è un modo per allentare la presa, per fermarsi, rilassarsi e riprendere a vivere davvero. Da tutte queste considerazioni è partita Destinazione Umana, un sito, poi diventato anche tour operator che offre non solo mete ma soprattutto esperienze di vita, di viaggio nate da ispirazioni.

 

L’attenzione quindi è posta alle relazioni che il viaggiatore e l’ospite instaureranno, allo scambio culturale, emotivo, esperienziale. Un concetto moderno che nasce dalla società odierna e dalle sua sempre più pressante esigenza di ricreare quei contatti umani che si sono persi nell’era digitale della comunicazione.

 

Le ragioni che spingono un viaggiatore a intraprendere un’esperienza simile sono diverse ogni volta, per questo Destinazione Umana ha pensato a 4 ispirazioni tra le quali scegliere il luogo e quindi le persone da cui alloggiare: cambiamento, ruralità, innovazione, spiritualità. Dietro ogni meta, ogni famiglia ospitante, ogni casa, c’è una storia, spesso di cambiamento, da raccontare e soprattutto da condividere.

 

 

Così, al Casale il Baronetto per esempio, una coppia di professionisti potrebbe raccontare la loro radicale svolta di vita che li ha portati a diventare host felici e soddisfatti. Immersi nella natura, in Abruzzo, è possibile dedicarsi all’orto, partecipare a corsi di cucina o semplicemente passeggiare senza pensare a niente. Grande l’attenzione per il territorio e la natura che circonda questa struttura: sono ridotti al minimo gli sprechi e le emissioni di CO2, vengono sostenute attivamente le energie alternative incentivando l’educazione alla sostenibilità e all’uso eco-compatibile delle risorse, anche per gli ospiti. A metà strada tra la montagna e il mare, è un ottimo luogo dove riprendersi cura di sé e instaurare un rapporto con la natura e chi la abita.

 

Sono circa 60 le famiglie che hanno deciso di aprire le porte delle loro case, fattorie, agriturismi per conoscere gli altri e farsi conoscere, per ricreare quelle comunità su cui una volta si basava la storia e la vita quotidiana del nostro paese. Nell’isola siciliana di Pantelleria, Giuliana e Toni hanno creato Due Gatti, una casa vacanze dalla quale ammirare il mare, le coste e spingere lo sguardo sino alla Tunisia. Ideale per chi ama praticare trekking e non vivere solo le meravigliose spiagge sicule e riposare in un ambiente dove regna la pace e la calma.

 

Persone normali, con vite e lavori normali che hanno deciso di modificare la propria rotta e intraprenderne un’altra, più incerta forse, ma più naturale e vitale. Destinazione Umana è quindi anche l’occasione per alcuni di intraprendere una piccola propria attività diventando host. Che si cominci essendo viaggiatori o host, si parte in entrambi i casi da suggestioni, anzi da ispirazioni per decidere poi di cambiare il proprio modo di viaggiare e un po’ anche quello di vivere.

 

Articoli correlati