Dolomiti Ski Jazz. I concerti salgono sulle piste da sci

Dal 12 al 19 marzo un evento unico nel suo genere che unisce la montagna, la neve e la buona musica. La black music va in quota.

Giunto alla sua diciannovesima edizione, Dolomiti Ski Jazz torna dal 12 al 19 marzo in Val di Fiemme, per portare la black music sulle piste da sci. Ogni giorno un concerto all’aperto in una pista diversa. Organizzato dall’Azienda per il Turismo della Val di Fiemme, in collaborazione con Trentino Sviluppo, il Consorzio Impianti a Fune Val di Fiemme Obereggen, i comuni di Cavalese, Predazzo, Tesero, Ziano di Fiemme e Castello Molina di Fiemme, il festival attira da anni artisti e musicisti di fama internazionale da tutto il mondo.

 

dolomiti ski jazz
Un cocnerto di tromba durante la scorsa edizione. © Luca Bolli

 

Fra i nomi di spicco che suoneranno durante la kermesse trentina di quest’annp, Donny McCaslin, il sassofonista nell’ultimo disco di David Bowie, la band della seducente cantante texana Ty Le Blanc, il batterista Roberto Gatto, stella dei ritmi jazz made in Italy, e la voce di Boris Savoldelli. Tra gli altri artisti, si esibirà il gruppo Jemm Music Project, lo Swing Star Sextet del pianista Riccardo Zegna, mentre i Radio Zastava illumineranno le Dolomiti con i ritmi dei Balcani e il quartetto della cantante Gisella Ferrarin farà del tradizionale jazz il proprio motivo.

 

I luoghi dei concerti saranno tutti raggiungibili in funivia o con gli sci ai piedi, immersi nelle vette dolomitiche, uniche per paesaggi e piste. Qui si può sciare immersi in foreste sostenibili, certificate Pefc.  Oltre ai più caratteristici concerti in alta quota e ai live nei teatri che coinvolgono i nomi di punta del cartellone, Dolomiti Ski Jazz offre anche altri appuntamenti più informali, come la classica jam session notturna e l’esibizione pomeridiana del Majazztic Trio al Cheers Bar di Cavalese.

 

Dolomiti ski jazz
La Val di Fiemme, in tutta la sua magnificenza. © Luca Bolli

 

Tutti i concerti saranno gratuiti (tranne quelli di Mission Formosa, Boris Savoldelli, Roberto Gatto, Donny McCaslin), e tutte le proposte saranno suddivise in eventi quotidiani, sia di giorno che in notturna. Non solo musica e montagna però, ma anche territorio e degustazioni. Girando tra i rifugi e gli chalet dove si terranno i concerti sarà possibile  apprezzare i sapori enogastronomici tipici con la manifestazione “Happy Cheese”. Un appuntamento unico che coniuga lo sport, la musica, l’arte e il cibo. Il tutto contornato da cime e vette di indiscutibile bellezza.

Articoli correlati
Hollywood Icons in mostra a Roma, ovvero come nasce una stella del cinema

I 161 ritratti provenienti dalla Fondazione John Kobal e inclusi nella mostra romana “Hollywood Icons” visitabile sino al 17 settembre al Palazzo delle Esposizioni, illustrano i segreti della fotografia di scena e il suo ruolo nel meccanismo mediatico di creazione dei divi hollywoodiani dagli anni Venti in poi.