Rimedi naturali

Rimedi e integratori naturali per aumentare la fertilità femminile e maschile

La sterilità affligge una coppia su cinque. Fortunatamente esistono rimedi naturali che aiutano ad aumentare la fertilità di coppia

La sterilità affligge una coppia su cinque e i centri di procreazione assistita propongono spesso terapie ormonali per superare le difficoltà procreative. La medicina naturale può essere un valido accompagnamento nei cicli di fecondazione, e può affiancare le coppie migliorando il tasso di concepimento della procreazione assistita. Ma soprattutto può aiutare la fertilità naturale della coppia e donare gioia con i concepimenti spontanei, anche dopo fallimenti in percorsi tradizionali.

Aumentare la fertilità femminile

L’ “ovulazione debole” può essere aiutata tramite l’aiuto di un rimedio omeopatico chiamato “follicolinum”, che spinge l’ovulazione e la migliora in qualità della cellula uovo. Anche “ovarinum” può essere utile nel sostenere l’importante lavoro che l’ovaio deve fare per produrre una gravidanza. L’ormone che ha significato nel giudizio dell’ovulazione è il progesterone. In medicina tradizionale se il progesterone è scarso si sostiene la seconda fase del ciclo utilizzando integrazioni progestiniche, per via orale o per via vaginale. Nella medicina naturale lo stesso aiuto potrà ottenersi con lo Yam, il progesterone naturale, da usare come semplice crema da applicare sulla cute nella fase post ovulatoria.

Aumentare lo sperma: come aumentare naturalmente la fertilità maschile

Aumentare la fertilità maschile
Per aumentare le fertilità della coppia occorre agire anche su di lui. (© vitranc\GettyImages)

La corsa degli spermatozoi invece può essere velocizzata con l’aiuto di un meraviglioso fitoterapico: la maca. Esistono autorevoli studi che mostrano come l’assunzione della radice essiccata di questa pianta migliorino la genesi degli spermatozoi. Gli effetti sono veloci e si apprezzano già dopo 72 ore dalla prima somministrazione. La maca si comporta come tonico generale, gli uomini si sentono sostenuti da un miglior stato di energia e anche la sessualità ne risente in modo positivo. E’ importante specificare che non si tratta di ormoni e neppure di ormoni vegetali. Nella radice di Maca si trova infatti un elevato contenuto di fruttosio che naturalmente si trova in alta concentrazione nel liquido seminale, dove costituisce la fonte energetica che sostiene il movimento degli spermatozoi. Queste terapie possono essere iniziate nel ciclo naturale ma anche essere affiancate al programma di inseminazioni già discusso con il medico ginecologo.

Integratori e dieta corretta per aumentare la fertilità

Anche la dieta per la fertilità è fondamentale. L’indicazione più importante è mantenere, nelle donne soprattutto, la glicemia stabile e questo comporta una rinuncia ai dolci. Se glicemia e insulina non subiscono grossolane variazioni la possibilità di ottenere gravidanza potrà sicuramente aumentare. Un secondo valido suggerimento, per entrambi, è controllare il consumo di proteine animali: la carne rossa non dovrebbe mai superare le due porzioni alla settimana. Il consumo di pesce invece è di ottimo sostegno alla fertilità, sia maschile che femminile. Tra i vari integratori troviamo la maca peruviana, il picnogenolo, il camu camu e il  dracontium lorentense.

Maca peruviana

La maca aiuta ad aumentare la fertilità
La maca è un tubero utile ad aumentare la fertilità di entrambi.

Nasce a 4.000 metri sulle Ande questo prezioso tubero che condensa molti aminoacidi amici della fertilità. Nella donna migliora la follicologenesi, la riserva ovarica in donne mature, lo sprint verso la sessualità, la qualità dell’ovulazione. Negli uomini migliora la corsa degli spermatozoi lenti e la loro resistenza anche nel laboratorio della fecondazione in vitro. Si utilizza in polvere oppure in compresse di estratto secco. L’utilizzo richiede attenzione nelle patologie tiroidee ma la pianta non ha effetti collaterali noti.

Picnogenolo

La corteccia del pino marittimo aumenta la fertilità.
Un estratto della corteccia del pino marittimo aumenta la fertilità.

Dalla corteccia del Pino Marittimo si estrae questo eccellente rimedio contro l’endometriosi che affianca le donne nel contrastare l’avanzata della malattia. Il picnogenolo può essere utilizzato durante l’uso della pillola contraccettiva o associato ad altre cure per l’endometriosi ma soprattutto viene utilizzato quando la donna, finite le terapie che controllano l’endometriosi, viene lasciata libera di cercare la gravidanza. Questo fitoterapico previene le recidive di malattia ed esalta la fertilità femminile, e riduce il dolore mestruale.

Camu camu: un aiuto per l’ovulazione femminile

Il camu camu aumenta la fertilità femminile
Il camu camu aumenta la fertilità femminile

E’ il vegetale con il maggior contenuto di vitamina C, superiore a ogni agrume e alla rosa canina. Ma contiene anche riboflavina, niacina, ferro e fosforo. E’ il vegetale che sostiene i cicli di fecondazione con scarsa risposta ovulatoria, in cui la donna ottiene una risposta ovulatoria povera nonostante la terapia ormonale. E’ ottimo se associato all’ormone bioidentico DHEA: insieme rigenerano la riserva degli ovociti con un forte effetto antiaging ovarico.

Dracontium Lorentense

Il dracotum aumenta la fertilità di lui e di lei.
Il dracotum aumenta la fertilità di entrambi. (© www.asociacionicaro.org)

Sorprendente l’effetto antiossidante di questa pianta che una volta era utilizzata per resistere e sopravvivere al morso di serpente. E’ un rivitalizzante cellulare a intensa attività, ricca di zinco e di vitamine che possono rilanciare la corsa rallentata degli spermatozoi. Ottima per uomini stressati, superlavoratori, che hanno iniziato tardi la ricerca della paternità. Al femminile è declinata alle donne più mature, che cercano gravidanza dopo i 35 anni, età in cui le ovulazioni perdono smalto e qualità.

Articoli correlati