Green city e teleriscaldamento. Gli esempi in Europa

Come si diventa una green city? Dove si interviene per migliorare la sostenibilità di una città? Gli esempi delle città più virtuose del Vecchio continente.

Dal 2009 la Commissione Europea premia le città ritenute più
verdi, in base al raggiungimento di 10 “obiettivi ambientali”, tra
i quali il contributo locale al cambiamento climatico globale, la
mobilità e il trasporto dei passeggeri, l’utilizzo
sostenibile del territorio e la produzione e il trattamento dei
rifiuti.

 

Copenhagen

Nel 2012 il
premio Green City se l’è aggiudicato la capitale danese, la
città più ciclabile al mondo. Qui infatti la
bicicletta è il mezzo di trasporto preferito per il 35% dei
suoi abitanti. Entro il 2025 la città punta ad esere la
prima città al mondo “carbon neutral”, ovvero libera dalle
fonti fossili.
Come ci arriverà? Passando per l’efficienza energetica e il
risparmio energetico, in particolare nel campo del riscaldamento
domestico. Il teleriscaldamento ne sarà il protagonista.
Operativo fin dagli anni ’20 del secolo scorso, oggi copre il 98%
della domanda di calore della città grazie ai suoi 1.500 km
di tubazioni. Biomasse e rifiuti sono diventate due risorse
energetiche chiave negli ultimi anni; quest’ultimi coprono oggi il
30% della produzione totale di calore.

 

Stoccolma

Premiata come
Capitale Verde nel 2010, la città ha già ridotto le
emissioni di CO2 del 25% rispetto ai livelli del 1990. Entro il
2050 punta ad eliminare del tutto il consumo da fonti fossili. Oggi
è la città meno inquinata al mondo.
Il sistema di teleriscaldamento copre l’80% della popolazione
cittadina e fornisce 9.600 Gwh di calore, prodotto da quattro
centrali. La maggior parte dell’energia proviene da biomasse,
essendo la Svezia ricca di foreste, mentre il 30% proviene dai
rifiuti.

Amburgo

È la
seconda città tedesca più grande con 1.7 milioni di
abitanti e quindi con le problematiche legate ad una metropoli.
È contraddistinta da una forte componente industriale e da
uno dei porti più grandi d’Europa, dove lavorano 160 mila
persone. Ha già ridotto le emissioni del 15% rispetto al
’90, punta al 40% entro il 2020 e all’80% entro il 2050. Amburgo ha
il reddito pro-capite più elevato d’Europa.
Il sistema di teleriscaldamento è il più antico di
tutto il continente ed è attivo fin dal 1895. Con i suoi
1.200 km, copre il 19% della domanda di calore della città,
arrivando a soddisfare 500.000 utenze. La maggior parte del calore
viene prodotto da centrali a cogenerazione a carbone e a gas
naturale, accoppiate a 4 termovalorizzatori.

Articoli correlati