Giovani attivisti

Greta Thunberg, la studentessa svedese che sciopera in nome del clima

Greta Thunberg è una studentessa svedese che ha deciso di scioperare, rifiutandosi di andare a scuola fino al giorno delle elezioni parlamentari del 9 settembre, per chiedere azioni concrete in difesa del clima.


In Svezia le scuole sono riaperte da qualche giorno e molti alunni hanno ricominciato a seguire le lezioni. Non è così per Greta Thunberg, che ha deciso di manifestare davanti al parlamento svedese, scioperando per chiedere azioni concrete nella lotta ai cambiamenti climatici.

greta thunberg sciopero scuola clima svezia
“Mi chiamo Greta Thunberg e sciopererò per il clima fino al giorno delle elezioni”, ha dichiarato la giovane svedese © Greta Thunberg

Greta Thunberg, la protesta in nome del clima

“Noi bambini spesso non facciamo ciò che ci dite di fare. Facciamo quello che fate voi. E se a voi adulti non importa nulla (il termine originale è più colorito, ndr) del mio futuro, allora non dovrebbe importare nemmeno a me. Io mi chiamo Greta e frequento il nono anno di scuola. Sciopererò per il clima fino al giorno delle elezioni“, ha scritto la ragazza su un foglio che ha portato con sé per protestare davanti al parlamento.

Le elezioni per il nuovo parlamento si terranno il prossimo 9 settembre e seguono un’estate drammatica per la Svezia, caratterizzata da una grave siccità e picchi di temperatura fuori dalla norma che hanno superato anche i trenta gradi nella zona del Circolo polare artico, causando numerosi incendiConsapevole di essere ancora troppo giovane per votare e che le leggi svedesi prevedono che debba andare a scuola, Greta ha deciso di saltare le lezioni con la chiara intenzione di attrarre l’attenzione dei media sulla crisi climatica.

Ha spiegato che a scuola ha imparato concetti come il risparmio energetico e il riciclo dei materiali, riporta l’associazione ambientalista We don’t have time. “Ci hanno parlato di questa cosa chiamata cambiamenti climatici e ci hanno insegnato che sono una seria minaccia per il nostro futuro”, ha spiegato la giovane alunna. “Più imparavo sulla questione e più pensavo: se la situazione è così grave perché non dedichiamo tutto il nostro tempo a parlarne e cercare di risolverla?”.

Lo sciopero di Greta e gli altri partecipanti

Greta ha cominciato ad appassionarsi talmente tanto al tema che è riuscita a coinvolgere tutta la famiglia. Il papà ora scrive articoli e dà lezioni che parlano della crisi climatica, mentre la madre, famosa cantante di opera lirica, ha deciso di non viaggiare più in aereo. La sua iniziativa ha avuto molta risonanza in Svezia, tanto che i leader di due partiti politici hanno deciso di fermarsi a parlare con lei. La sua battaglia ha addirittura varcato i confini del Paese e della Scandinavia, e la ragazza è stata intervistata anche dal Guardian, quotidiano britannico letto in tutto il mondo.

Leggi anche: Clima. La situazione è fuori controllo secondo la prima bozza del nuovo rapporto Ipcc

La ragazza non pensava di generare così tanto clamore, tanto da affermare di aver ottenuto molto di più di quanto si aspettasse. A sostegno di Greta sono intervenute altre persone che si sono sedute vicino a lei, come l’insegnante Benjamin Wagner, che a sua volta ha deciso di partecipare allo sciopero in nome del clima. “Condivido la frustrazione di Greta e ho deciso di sedermi qui invece di lavorare come supplente”, ha affermato. La protesta è stata poi interrotta al quinto giorno dalla polizia perché è vietato manifestare nei pressi della sede del parlamento. Lo stop temporaneo non ha impedito a Greta di portare avanti la propria azione.

La nostra richiesta per l’uso delle immagini, con ringraziamento per l’iniziativa, fatta a Greta Thunberg (in svedese), a cui ha risposto “Assolutamente!”.

“Penso ci siano modi più efficaci di influenzare i politici e gli altri leader rispetto a una marcia per il clima. Cosa succederebbe se un milione di alunni saltasse la scuola e si riunisse fuori da parlamenti e municipi?”. Così Greta ha invitato all’azione anche i ragazzi di altre città, lanciando l’idea di fare come lei.

Foto in evidenza: Greta Thunberg mentre sciopera dalla scuola insieme all’insegnante Benjamin Wagner © We don’t have time
Articoli correlati