Fridays for future

Greta Thunberg dona un premio di 100mila dollari all’Unicef per fronteggiare il coronavirus

Greta Thunberg ha ricevuto lo Human act award per il suo lavoro di attivista. Ha poi devoluto il premio di 100mila dollari all’Unicef per aiutare l’organizzazione ad occuparsi dei bambini colpiti dall’emergenza coronavirus.

Esattamente come la crisi climatica, il coronavirus mette a rischio i diritti dell’infanzia. I suoi effetti si vedono ora così come si vedranno in futuro e, ancora una volta, saranno i gruppi più vulnerabili a pagare il prezzo più alto. Perciò chiedo a tutti di agire, unitevi a me in sostegno all’Unicef, che svolge un compito fondamentale per salvaguardare la vita dei bambini, proteggere la loro salute e fornire loro un’educazione. Greta Thunberg

L’attivista svedese Greta Thunberg è stata insignita dello Human act award, un riconoscimento istituito dall’organizzazione danese Human Act, dedicato a coloro che si prodigano per cambiare il mondo e risolvere i problemi più importanti della società. Thunberg ha devoluto il premio di 100mila dollari (oltre 92mila euro) all’Unicef, il fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia, una donazione eguagliata in seguito dalla Human act.

Cos’è lo Human act award

“Insieme vogliamo ispirare tutti i cittadini del mondo, dai più giovani, ai politici, fino agli scienziati, per lavorare insieme in solidarietà. Nessun bambino dovrebbe essere dimenticato davanti a una pandemia”, ha dichiarato Djaffar Shalchi, fondatore della Human act.

Leggi anche:

Lo Human act award è stato creato per aumentare la consapevolezza intorno agli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Il primo riconoscimento infatti è stato consegnato proprio quest’anno, in concomitanza con l’inizio del decennio dedicato al raggiungimento degli obiettivi globali. L’award è accompagnato da un premio di un milione di dollari equamente suddiviso nell’arco di dieci anni e viene assegnato il 22 aprile, durante la Giornata della Terra.
Ascolta “Earth day, la Giornata della Terra compie 50 anni” su Spreaker.

Una raccolta fondi per aiutare l’Unicef

“Esattamente come la crisi climatica, il coronavirus mette a rischio i diritti dell’infanzia”, ha dichiarato Greta Thunberg. Per questo, insieme alla Human act, ha lanciato una raccolta fondi per sostenere gli sforzi dall’Unicef in risposta alla pandemia di Covid-19, la malattia provocata dal coronavirus, perché come ripete instancabilmente: “in una crisi sono sempre i più vulnerabili a pagare il prezzo più alto”.


Durante l’emergenza sanitaria di questi ultimi mesi, l’Unicef sta lavorando per assicurare un’educazione anche ai bambini che al momento non possono frequentare la scuola, fornendo loro protezione, cibo e attrezzature sanitarie in oltre 190 paesi nel mondo. I proventi della campagna andranno direttamente a favore dei programmi di emergenza per combattere il coronavirus, anche attraverso la fornitura di sapone, mascherine, guanti, kit per l’igiene, campagne informative e sostegno ai sistemi sanitari.

Greta Thunberg ha donato 100mila dollari all'Unicef
Greta Thunberg ha donato 100mila dollari all’Unicef © Leon Neal/Getty Images
“Questa pandemia è la più grande lotta che il mondo abbia mai visto in generazioni”, afferma la direttrice dell’Unicef Henrietta Fore. “I bambini e i giovani sono tra i più duramente colpiti dagli effetti a catena della Covid-19, quindi è naturale che vogliano impegnarsi su questo fronte. Attraverso il suo attivismo, Greta Thunberg ha dimostrato che i giovani sono pronti a prendere posizione e a guidare il cambiamento nel mondo”.
Articoli correlati