Il 17 febbraio è la Giornata mondiale del gatto

Oggi in Italia e nel resto d’Europa si celebrano gli animali più affascinanti e imprevedibili delle nostre case, i gatti.

Sono cacciatori straordinari e feroci, ma sono anche teneri e adorabili, possono scomparire per giorni ma basta che facciano due fusa e siamo pronti a riaccoglierli a braccia aperte, c’è solo una cosa certa a proposito dei gatti, osservatene uno e questo vi sorprenderà.

 

gatto salta

 

Il 17 febbraio in Europa si celebra una giornata tutta per loro, la Giornata mondiale del gatto, istituita proprio in Italia 25 anni fa, grazie alla giornalista Claudia Angeletti della rivista “Tuttogatto”. La data è stata scelta perché febbraio è il mese dell’acquario, il segno zodiacale che contraddistingue gli spiriti liberi ed indipendenti.

 

Numerose sono le iniziative dedicate ai gatti, dalle presentazioni di libri a tema alle raccolte fondi per aiutare i gatti meno fortunati che vivono nei gattili. Il gatto possiede quel fascino magnetico che caratterizza i felini, capaci di muoversi con grazia innata, straordinaria agilità e di compiere le evoluzioni più ardite.

 

Il gatto è una creatura indipendente, che non si considera prigioniera dell’uomo e stabilisce con lui un rapporto alla pari”, ha scritto il padre dell’etologia moderna Konrad Lorenz.

 

gatto

 

È spesso inevitabile il parallelismo tra gatto e cane, i due animali da compagnia principali dell’uomo, la domesticazione del cane risale però a più di 14mila anni fa, mentre quella del gatto sembra essere iniziata in Cina 5mila anni fa. È quindi evidente che i cani hanno imparato a convivere con noi migliaia di anni prima dei gatti, che mantengono tutt’oggi intatto un lato selvaggio.

 

Nel corso della storia i gatti hanno esercitato il loro fascino su intere culture e su grandi personalità dell’arte e dello spettacolo. Nell’antico Egitto il gatto era considerato una vera e propria divinità, la dea Bastet, figlia del dio del sole Ra, era raffigurata come un gatta e chi faceva del male ad un felino era passibile di pena di morte.

 

gatti

 

Edgar Allan Poe ha celebrato i gatti nel racconto Il gatto nero, il leggendario narratore americano Ernest Hemingway amava questi animali, indipendenti e selvatici come lui e lo scrittore Charles Bukowski ha dedicato ai gatti numerose poesie, una dall’esplicito titolo My cats, nelle sue ultime opere.

Articoli correlati