Diritti umani

Il 7 aprile è la Giornata mondiale della salute

L’edizione del 2015 è dedicata alla food safety, ovvero al cibo sano, e vuole evidenziare le sfide e le opportunità connesse ad una corretta alimentazione.

“L’uomo è ciò che mangia” sosteneva il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach in tempi non sospetti, prima di ogm e fast food, evidenziando la necessità di una corretta alimentazione per garantire una buona salute psicofisica.

 

food-safety

 

Il 7 aprile si celebra la Giornata mondiale della salute, istituita nel 1950 dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), l’agenzia specializzata dell’Onu per la salute. La data scelta per la celebrazione coincide con la data della fondazione dell’Oms, avvenuta il 7 aprile 1948.

 

L’edizione del 2015 è dedicata alla sicurezza alimentare, food safety, ovvero al cibo pulito e sano che non causa rischio di salute a chi lo consuma, lo slogan della giornata è “Dal campo alla tavola, rendiamo il cibo sicuro”. Le malattie e i disturbi di origine alimentare rappresentano minacce globali e provocano circa due milioni di decessi all’anno.

 

home-page-QA-on-Call

 

Batteri nocivi, virus, parassiti o sostanze chimiche minacciano la nostra salute attraverso l’alimentazione, favoriti dall’aumento della circolazione degli alimenti che rende prioritaria l’esigenza di rafforzare i sistemi transfrontalieri di sicurezza alimentare.

 

“Un problema di sicurezza alimentare locale può rapidamente diventare un’emergenza internazionale – ha dichiarato Margaret Chan, direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità. – L’indagine su una malattia trasmessa dal cibo è molto più complicata quando un alimento contiene ingredienti provenienti da più paesi”.

 

pesticidi

 

Circa duecento malattie, dalla diarrea al cancro, possono essere trasmesse dal cibo, soprattutto quello di origine animale, ma anche da frutta e verdura contaminata dalle feci. L’Oms sta realizzando una delle più ampie analisi mai realizzate a livello globale sulle malattie di origine alimentare. I risultati della ricerca saranno diffusi dall’organizzazione nell’ottobre del 2015.

 

L’obiettivo della giornata è quello di far luce su un importante problema di sanità pubblica, l’Oms invita i produttori, le istituzioni e l’opinione pubblica a promuovere la sicurezza degli alimenti. Il consumatore gioca un ruolo importante nel promuovere la sicurezza alimentare, dalla corretta preparazione dei cibi all’attenta lettura delle etichette al momento dell’acquisto.

 

carne

 

Per agevolare i consumatori l’Oms ha redatto una guida, “Cinque punti chiave per alimenti più sicuri”, che spiega i principi di base che ogni individuo dovrebbe conoscere per prevenire le malattie di origine alimentare.

Articoli correlati