Il giardino delle meraviglie, il Parco Scherrer

A pochi chilometri dall’Italia c’è un parco-monumento con oggetti e fabbricati d’arte immersi in una vegetazione lussureggiante: è il Parco Scherrer, un piccolo eden.

A pochissimi chilometri dall’Italia, nel Canton Ticino, nella graziosa località di Morcote c’è un gioiello da visitare, specie ora che la primavera si avvicina: è il Parco Scherrer, definito da molti Giardino delle Meraviglie.

Il 15 marzo il Parco riaprirà dopo la pausa invernale e sarà un trionfo di fiori e piante tra le opere d’arte che caratterizzano questo angolo di paradiso.

 

Parco Scherrer
Parco Scherrer Casa indiana con secondo piano con statua

Il Parco Scherrer: eterogeneo e meraviglioso

15.000 metri quadrati che si affacciano sul lago di Ceresio tra una vegetazione lussureggiante che fa pensare addirittura ai tropici: palme, camelie, glicini, oleandri, cedri, cipressi, canfori, eucalipti, magnolie, azalee, arance, limoni, bambù. Un tripudio della natura che accoglie una ricca collezione di oggetti d’arte di svariati paesi ed epoche diverse: tra le più suggestive, la copia in scala dell’Eretteo, la palazzina indiana costruita sul modello di Palazzo Salò a Brugine vicino a Padova, o il tempio egiziano di Nefertiti, di cui l’interno è una copia fedele dell’originale che si trova a Berlino.

Questo parco venne realizzato da Arturo Scherrer (1881 – 1956), un ricco commerciante ma soprattutto un appassionato viaggiatore e amante dell’arte e della cultura che nel 1930 acquistò il terreno dove anno dopo anno realizzò il giardino come è adesso. Un luogo quindi nato dalle passioni e forse dai sogni di qualcuno che custodiva dentro di sé il desiderio di vivere nel bello in ogni sua forma.

Il Giardino delle Meraviglie fu lasciato poi al comune di Morcote dalla vedova Scherrer nel 1965, con l‘esplicita volontà di aprirlo al pubblico e regalare così a tutti la possibilità di godere di questo angolo di paradiso.

Il giardino fa parte della prestigiosa catena dei “Grandi Giardini Italiani” e dal 2014, grazie alle sue caratteristiche ricostruzioni di edifici e opere in stile Barocco, Rococò e Art Nouveau, è inglobato nei parchi botanici in stile “Follies”.

 

Parco Scherrer - Tempio
Parco Scherrer a Morcote in Svizzera Italiana- Tempio

Una gita a Morcote

Una giornata al Parco Scherrer può essere perfetta se si continua la visita a Morcote, la graziosa località che lo ospita. Pochissimi gli abitanti, è un luogo silenzioso con una vista splendida sul lago di Lugano. D’inverno l’atmosfera è surreale, dalla primavera in poi invece i suoi vicoli prendono vita e spesso è facile che ci siano manifestazioni musicali o artistiche. Qui c’è un castello del XII secolo e la bella chiesa rinascimentale di Santa Maria del Sasso. Vico Morcote è ancor più minuscola e preziosa, se si cerca un luogo al di fuori di tutto è l’ideale.

L’entrata al Parco costa 7 franchi ed è aperto dalle 10-17, luglio e agosto fino alle 18.

 

Parco Scherrer - Eretteo
Parco Scherrer – Eretteo. A Morcote nella Svizzera italiana

Articoli correlati
Hollywood Icons in mostra a Roma, ovvero come nasce una stella del cinema

I 161 ritratti provenienti dalla Fondazione John Kobal e inclusi nella mostra romana “Hollywood Icons” visitabile sino al 17 settembre al Palazzo delle Esposizioni, illustrano i segreti della fotografia di scena e il suo ruolo nel meccanismo mediatico di creazione dei divi hollywoodiani dagli anni Venti in poi.