Indigo. Il cortometraggio di Joaquin Phoenix sul salvataggio di due mucche

In 14 minuti, Indigo racconta il salvataggio di due mucche da un macello di Los Angeles, al quale l’attore e attivista ha preso parte nel 2020.

Indigo è il titolo del cortometraggio diretto da Shaun Monson che documenta il salvataggio di due mucche da un macello di Los Angeles nel 2020 e che ha come protagonista l’attore e attivista Joaquin Phoenix. 14 minuti di video, pubblicato in occasione della Giornata mondiale della Terra 2021, in cui Phoenix racconta l’esperienza vissuta, ma spiega anche la necessità di dire basta agli allevamenti per salvare il Pianeta.

Di cosa parla il cortometraggio Indigo

Era la notte degli Oscar del 2020 e con la statuetta dorata in mano come miglior attore protagonista per il film Joker, Phoenix pronunciava uno dei suoi più celebri discorsi su diritti animali e specismo, cioè l’attribuzione di un valore superiore agli esseri umani rispetto alle altre specie animali. Il giorno immediatamente dopo, l’attore è partito alla volta del Los Angeles animal save, l’organizzazione che organizza veglie per gli animali e si occupa di sorvegliare l’industria ovina e bovina, per contribuire al salvataggio di una mucca e del suo vitellino dal macello. L’esperienza è stata raccontata in un cortometraggio diretto da Shaun Monson – già regista di Earthlings e noto attivista per i diritti animali –, rilasciato dal Los Angeles animal save esattamente a un anno di distanza.

Allevamento mucche
Un allevamento di mucche © Cole Burston/Getty Images

“Il vitellino era come congelato dalla paura – racconta Phoenix nel video –: spaventato, esausto, disidratato e chissà cos’altro. Immaginiamo la paura che questi animali provano nel momento in cui vengono trasportati dal luogo in cui sono nati fino al macello. Lì sentono odori e rumori che li terrorizzano, sono sicuro che si rendano perfettamente conto di cosa sta succedendo”. Vegano da quando aveva tre anni e attivista per i diritti animali e l’ambiente, l’attore parla di un’esperienza cruda e forte. E spiega di non essere mai stato in un macello prima di quel momento. Dalle sue parole emerge anche il legame che ha stretto con i due animali, Liberty e Indigo, chiamati così in onore di sua sorella e del figlio di lei, morto diversi anni fa.

Vitello
Un vitello © Darrian Traynor/Getty Images

L’impatto degli allevamenti sul Pianeta

“Quello che mi ha sorpreso di più stando vicino a questi animali è il comprendere quanto siano socievoli con l’uomo – continua l’attore –. Sembrava quasi di essere di fronte al cane o al cavallo di qualcuno. Ci sono un calore e un’intelligenza incredibili nei loro occhi, hanno chiaramente un’anima”. Oggi Liberty a Indigo vivono in un santuario cui Phoenix a fatto visita a un anno di distanza, trovando i due animali sani e perfettamente integrati. L’attore è uno dei volti più celebri della “Vegan Rebel”, quella rivoluzione vegana che, secondo lui, può dare un enorme contributo alla risoluzione della crisi climatica.

“Ogni anno dedichiamo una giornata alla Terra, ma negli altri 364 giorni consumiamo le sue risorse senza pietà. Non possiamo negare l’impatto dannoso che l’allevamento ha sul pianeta, e il semplice atto di salvare due mucche è il riconoscimento non solo della distruzione che loro conoscono per mano dell’uomo, ma anche di quella dell’intero Pianeta. Possiamo scegliere se continuare a distruggere altre creature e l’ambiente, o iniziare a invertire la rotta per rimediare ai danni che abbiamo già fatto”. La sua svolta è avvenuta da piccolissimo quando, insieme ai fratelli, è stato testimone del “massacro di alcuni pesci”, come lo definisce. Da quel momento non ha avuto più dubbi: non avrebbe mai più fatto parte di quello scempio e fermare tutto ciò sarebbe diventata la cosa più importante della sua vita. Oggi possiamo dire che ha mantenuto fede alla sua promessa.

L'autenticità di questa notizia è certificata in blockchain. Scopri di più
Articoli correlati