Guna, l’arcobaleno della salute

Intestino in equilibrio per vacanze senza stress, consigli e rimedi

Le vacanze sono sinonimo di relax e spensieratezza, ma al tempo stesso sono molte le variabili che possono mettere a dura prova il delicato equilibrio dell’ intestino durante la pausa estiva. Ecco come mantenere l’intestino attivo e in salute, in ogni situazione.

L’intestino, con la sua ampia superficie, rappresenta l’interfaccia tra il “mondo esterno” e il “mondo interno” più importante dell’organismo. Non solo, è anche considerato il “secondo cervello”, pronto a metabolizzare il nostro interiore e i momenti “no”. La relazione tra intestino e cervello è un rapporto bi-direzionale dove le emozioni, attraverso la via dello stress, sono in grado di alterare la funzione intestinale e questa, a sua volta, è in grado di condizionare la funzione nervosa e addirittura il comportamento. Avete fatto caso a come uno stress improvviso possa procurare un disturbo intestinale? O perché percepiamo un senso di vuoto allo stomaco prima di un evento importante? E ancora, come una cattiva digestione possa alterare il sonno?

Quando l'intestino è in equilibrio anche il sonno ne trae beneficio © ingimage
Quando l’ intestino è in equilibrio anche il sonno ne trae beneficio © ingimage

Quando l’intestino è in equilibrio, nell’organismo tutto funziona regolarmente; in caso contrario perdiamo la capacità di distinguere le sostanze nocive introdotte con l’alimentazione e l’acqua, da quelle benefiche , i microrganismi “amici” da quelli nemici”, e siamo più portati a metabolizzare gli stati d’animo negativi, facendo prevalere i momenti di sconforto. Ma l’intestino, oltre a digerire e ad assorbire il cibo, è anche responsabile del corretto funzionamento di buona parte del nostro sistema immunitario, che deve essere sempre “pronto” e rispondere correttamente in caso di attacchi esterni; infine l’intestino è la casa di una enorme quantità di batteri amici, chiamata “flora batterica intestinale“, che nutrendosi di una parte del cibo ingerito, forniscono in cambio al nostro organismo una miriade di servizi estremamente utili.

Un intestino in ordine è sinonimo di buona salute e di benessere costante

Spesso l’intestino è sottoposto a prove faticose: lo strapazziamo senza rendercene conto e non sempre ascoltiamo i segnali di sofferenza che ci invia. In generale, una cattiva alimentazione, fatiche continue, assunzione inadeguata di farmaci, abuso di alcolici, intolleranze alimentari, infezioni trascurate, alterano il suo buon funzionamento causando una serie di malesseri che possono andare dalla stipsi alla diarrea, ai gonfiori addominali, flatulenza, difficoltà digestive con crampi o dolori intestinali, fino ad arrivare a condizioni di grave malessere o reale malattia.

Un'alimentazione ricca di grassi mette a dura prova anche il nostro intestino © ingimage
Un’alimentazione ricca di grassi mette a dura prova anche il nostro intestino © ingimage

Anche in vacanza, le occasioni per affaticare l’intestino non mancano: lo stress di un lungo viaggio, il cambio di alimentazione e di orari, l’arrivo in un Paese con clima e condizioni igieniche differenti da quelle a cui siamo abituati, la qualità dell’acqua potabile o, per alcuni, anche il semplice fatto di “cambiare aria” e ambiente, può significare avere problemi all’intestino. Con disturbi grandi o piccoli che possono compromettere l’intera vacanza.

Con le accortezze giuste possiamo evitare che questo succeda.

Cos’è l’omeostasi intestinale

Durante le nostre agognate (e meritate) vacanze, l’ultima cosa che desideriamo è non stare bene o peggio ammalarci. Per evitarlo, è fondamentale mantenere l’omeostasi intestinale, ossia l’equilibrio dell’intestino e della sua “barriera difensiva” costituita dalla flora batterica intestinale e dalla mucosa intestinale, che insieme formano uno scudo contro i danni di eventuali agenti esterni dannosi, come batteri, virus e tossine alimentari. La Nutraceutica fisiologica Guna offre un grande aiuto con i suoi preziosi consigli che partono da una corretta alimentazione, fonte primaria per mantenere integra la mucosa intestinale, così da impedire la penetrazione di tutto ciò che può essere dannoso per la nostra salute. Questo, anche e soprattutto in vacanza, quando finalmente possiamo goderci un po’ di relax, lontano dalle fatiche quotidiane e dallo stress.

Delicate attenzioni all’intestino si traducono in benessere dell’organismo!

È proprio nel periodo delle vacanze che ci si concede qualche strappo alla regola, non solo a tavola, con spuntini in spiaggia improvvisati e poco equilibrati, viaggi lunghi con fusi orari impegnativi, intere giornate al sole e nottate di svago (talvolta all’insegna dell’eccesso). Tutto ciò può avere un costo elevato per la mucosa intestinale, che può irritarsi ed infiammarsi in modo importante, con conseguente indebolimento della naturale barriera intestinale, che non sarà più in grado di difenderci dagli agenti patogeni con i quali veniamo in contatto. Inoltre, la condizione di sofferenza della mucosa intestinale può facilmente portare a episodi di alterazione del transito intestinale, con diarrea e/o stipsi che, oltre a disturbare a livello umorale, possono alla lunga sfociare in veri e propri problemi a livello organico.

In vacanza la parola d'ordine è benessere sia per adulti che per i bambini © ingimage
In vacanza la parola d’ordine è benessere sia per adulti che per i bambini © ingimage

Proprio perché in vacanza è vietato stare male o ammalarsi, è importante sostenersi al meglio, adottando le regole di GUNA Life Style che consiglia una buona idratazione e un’alimentazione bilanciata, con grandi quantità di verdura e frutta, così da poter integrare tutte le fibre utili per sostenere la vitalità dei batteri intestinali “buoni”, così come le vitamine e i minerali alleati della pelle messa a dura prova dall’esposizione prolungata ai raggi solari. Di vitale importanza anche l’attività fisica regolare con passeggiate in montagna, lunghe nuotate o semplici camminate di almeno mezz’ora al giorno. Una possibilità in più la offre la Nutraceutica fisiologica Guna che ha creato diversi integratori alimentari innovativi e sicuri, tra cui Colostro Noni, costituito dalla associazione unica di colostro bovino e succo del frutto di Noni (Morinda citrifolia), in forma orosolubile che si scioglie in bocca senza acqua, comodo, adatto a tutti, e in grado di proteggere il nostro benessere intestinale sempre, anche in vacanza.

Colostro Noni, accoppiata vincente

Il colostro è un alimento naturale: viene prodotto dal seno materno immediatamente dopo il parto, e prima della produzione del latte vero e proprio, ed è essenziale nutrimento per il neonato. La sua composizione unica è molto ricca in vitamine, minerali, oligoelementi e aminoacidi, oltre ad una elevata quantità di immunoglobuline, basilari per il buon funzionamento del sistema immunitario e quindi per quello ancora immaturo del neonato; infatti il colostro è considerato la “prima vaccinazione del neonato”. Il colostro bovino è risultato essere estremamente adatto per l’alimentazione dell’uomo e utile per sostenere il sistema immunitario proprio a livello intestinale: le sue immunoglobuline, grazie alla particolare tecnologia di Colostro Noni, sono protette e arrivano intatte nell’intestino, dove possono mettere in campo la loro azione di difesa e di protezione della barriera intestinale, per sostenerne la sua integrità e forza.

Colostro Noni della Guna non deve mancare in vacanza, per garantire a tutti un intestino in piena forma © Guna
Colostro Noni della Guna non deve mancare in vacanza, per garantire a tutti un intestino in piena forma © Guna

Il Noni, o Morinda citrifolia, insieme al colostro bovino, ha una spiccata azione antiossidante e di sostegno al sistema immunitario, ed è ideale da portare con sé nei viaggi ad alto rischio, dove al clima caldo umido, con maggior concentrazione di agenti patogeni, si uniscono regole alimentari e igieniche poco affini alle nostre abitudini. Sia il colostro, con il suo contenuto di vitamine A, C, D, E oltre a vitamine del gruppo B e coenzima Q 10, sia il Noni, hanno proprietà antiossidanti da non farsi mancare durante i bagni di sole tipici della stagione estiva. Possiamo dunque affermare che Colostro Noni, come clinicamente documentato, risulta vincente ed efficace nel proteggerci da possibili problemi intestinali durante le ferie estive, ma può essere di grande aiuto anche nel corso dell’anno, quando particolari situazioni di stress o di sregolatezza possono provocare un impigrimento e una sofferenza dell’intestino.

Enzimi digestivi, sosteniamoli con Enzyformula

Lo stomaco ci dà la capacità di digerire i cibi, ma nel tempo questa efficienza viene meno, diminuisce fisiologicamente, rendendo più scarsa la potenzialità digestiva. Questo perché dopo i quarant’anni di età la naturale produzione di enzimi dello stomaco, dell’intestino e del pancreas tende a diminuire sensibilmente. In vacanza, il consumo di cibi esotici o cucinati con condimenti inusuali, e di altri alimenti a cui non siamo abituati o in quantità eccessive rispetto allo standard abituale, come formaggi, carne, paste lievitate, piatti molto speziati, possono rendere difficoltosi i processi digestivi, con conseguente digestione prolungata e appesantita, sonnolenza post-prandiale, mal di testa; i cibi mal digeriti inoltre restano più a lungo nell’intestino dove fermentano dando origine a eccessive quantità di tossine e di gas che generano tensione e gonfiore addominale, diarrea e crampi addominali.

Enzyformula, gli enzimi  per tornare a digerire serenamente © Guna
Enzyformula, gli enzimi per tornare a digerire serenamente © Guna

Rinunciare a questi “strappi alla regola”, proprio nel momento in cui ci rilassiamo e ci allontaniamo dagli obblighi quotidiani, non è sempre facile e qualche volta è proprio impossibile. La Nutraceutica fisiologica ci aiuta anche in questo caso; la ricerca ha sviluppato un integratore alimentare unico e innovativo, clinicamente documentato, in grado di integrare fisiologicamente tutti gli enzimi digestivi di cui scarseggiamo, grazie al suo rilascio “differenziato“ prima nello stomaco e poi nell’intestino, sia degli enzimi che degli estratti vegetali, come la curcuma, la Superossidodismutasi (SOD) estratta da melone e la fumaria: Enzyformula di Guna.

Oltre agli enzimi di origine vegetale, quali la bromelina estratta dall’ananas, la papaina della papaya, così importanti per la digestione delle proteine animali e vegetali, l’enzima lipasi utile per la digestione dei grassi, l’amilasi che attacca gli amidi e la lattasi fondamentale per la digestione del lattosio, all’interno di Enzyformula troviamo anche l’enzima cellulasi, che il nostro corpo non è in grado di produrre da solo e che è indispensabile per la scomposizione delle fibre di frutta e verdura, a volte purtroppo causa di fermentazione e gonfiori addominali.

La bromelina, estratta dall ananas, è uno dei principi attivi di Enzyformula © ingimage
La bromelina, estratta dall’ananas, è uno dei principi attivi di Enzyformula © ingimage

Nella composizione di Enzyformula troviamo anche gli estratti di fumaria, utile per una buona funzionalità epatica, la curcuma come potente antiossidante e indicata per una corretta funzione delle vie biliari, infine la Superossidodismutasi estratta dal melone, che sostiene gli enzimi e protegge la mucosa gastrica. Con gli integratori nutraceutici della “Nutraceutica fisiologica Guna“, Colostro Noni ed Enzyformula, abbiamo dunque tutti i mezzi utili per trascorrere le vacanze in tranquillità, mantenendo quello stato di benessere dell’intestino che ci regala vitalità, gioia e serenità.

Dove si trovano e quanto costano

Colostro Noni è in confezione da 24 bustine orosolubili al prezzo di 17.50 euro. Enzyformula è in confezione da 20 compresse deglutibili a rilascio differenziato, al costo di 15.90 euro. Colostro Noni ed Enzyfomula sono privi di glutine. In vendita nelle migliori farmacie.

Articoli correlati