Suona l’allarme clima. Si chiama AR5

Sta finalmente per suonare il maggiore allarme sui cambiamenti climatici che si sia mai levato dalla comunità scientifica. È stato l’uomo a cambiare il clima. È una delle affermazioni centrali del quinto Assessment Report dell’Ipcc, conosciuto come AR5.

Gli scienziati di tutto il mondo stanno per ribadire
ufficialmente davanti all’Onu che ormai il 95% dell’intera
comunità scientifica è convinta che la causa dei
cambiamenti climatici siano le attività umane. È stato
l’uomo a cambiare il clima. È una delle affermazioni centrali
del quinto Assessment Report, conosciuto come AR5, il documento
più completo dell’Ipcc, corpo scientifico
intergovernativo Onu sul clima vincitore del premio Nobel nel
2007.

 

A questo nuovo rapporto, che sarà pubblicato in
diversi stage durante l’anno prossimo, hanno contribuito più
di 800 esperti di 85 Paesi
. Secondo i quali diventa da
“molto probabile” a “estremamente probabile” il fatto che sia

colpa delle attività umane
– principalmente combustibili
fossili e deforestazione – l’aumento delle temperature globali dal
1951 al 2010, oltre agli altri effetti sui sistemi climatici,
l’acidificazione degli oceani, l’aumento dei livelli delle acque,
l’intensificazione degli eventi meteorologici estremi.

 

Ecco alcuni fatti tratti dalle anticipazioni di stampa
del quinto Assessment Report dell’Ipcc
e dal concomitante
rilancio, da parte di altre organizzazioni, di studi e rapporti sul
tema degli effetti dei cambiamenti climatici.

 

– Attività umane responsabili dei cambiamenti climatici
ormai secondo il 95% degli scienziati
[Fifth Assessment Report Ipcc]

 

– Che i cambiamenti climatici siano colpa delle attività
umane diventa da “molto probabile” a “estremamente probabile”

[Fifth Assessment Report Ipcc]

 

– Rischio +4,8 gradi Celsius in questo secolo. Temperature
globali dal 1951 al 2010 in aumento a causa di combustibili fossili
e deforestazione
[Fifth Assessment Report Ipcc]

– Livello dei mari salito di 19 centimetri nel ventesimo secolo.
Potrebbe aumentare di ulteriori 26-81 centimetri entro la fine di
questo, minacciando molte città

[Fifth Assessment Report Ipcc]

 

– L’evidenza scientifica dei cambiamenti climatici s’è
rafforzata anno dopo anno, lasciando pochi dubbi sulla serietà
delle conseguenze
[Rajendra Pachauri, panel chairman
Ipcc]

 

– Il mondo sta andando verso un attacco di cuore
[Halldor Thorgeirsson, direttore
Unfccc]

 

-Un consesso di grandi personalità, studiosi e ex
presidenti, ha lanciato un appello “per la giustizia climatica”
agli attuali leader politici affinché ascoltino gli
scienziati
[Mary Robinson Foundation + World
Resources Institute]

 

– Il riscaldamento globale peggiorerà carestie e fame nel
mondo: andiamo verso un mondo caldo e affamato
[Oxfam]

 

– Saranno i bambini a soffrire molto di più le
conseguenze dei cambiamenti climatici
[Unicef]

 

– Varrebbe la pena combattere i cambiamenti climatici anche
solo per la diminuzione delle emissioni inquinanti grazie a cui si
eviterebbero 3 milioni di morti premature all’anno
[Jason West, University of North Carolina
Chapel Hill – Nature Climate Change]

 

– Il mare dell’Antartide sta espandendosi, e l’80% di questa
espansione è causata dal riscaldamento globale,il 20% dal
cambiamento delle correnti
[Jinlun Zhang, University of
Washington]

 

– Alcune piante alpine potrebbero salvarsi nascondendosi in
nicchie chiamate “micro-rifugi”
[Miska Luoto, University of Helsinki,
Finlandia]

Articoli correlati