La Parigi di Brassaï al Palazzo Ducale di Genova

Un appuntamento imperdibile per chi ama la fotografia e la capitale francese: la Parigi di Brassai al Palazzo Ducale di Genova. La ville lumiere che fa sognare ancora.

C’è tempo fino al 24 gennaio 2016 per visitare al Palazzo Ducale di Genova la mostra fotografica Brassaï pour l’amour de Paris che raccoglie gli scatti del fotografo, nato in Transilvania, ma vissuto lungamente a Parigi. Un vero e proprio innamoramento che è ben raccontato dalle sue fotografie in bianco e nero (250 fotografie vintage e una proiezione) e dalle atmosfere che riesce a trasmettere con forza. Grazie a questa mostra Genova si stringe a Parigi e la celebra nel miglior modo possibile in questi difficili giorni: regalando a tutti, a chi già la conosce e a chi vorrebbe visitarla, il meglio di questa città.

 

brassai in mostra a genova
Picasso, rue des Grands-Augustins, 1939-1940 © Estate Brassaï

La Parigi di Brassaï

Brassaï immortala la luce notturna di Parigi durante lunghe passeggiate che lo portano solo o in compagnia di Henry Miller, Blaise Cendrars e Jacques Prévert a incontrare le prostitute dei quartieri “caldi” o i lavoratori della notte alle Halles, presentandoci un aspetto differente, misterioso e nebbioso della città, meno percorso dagli altri artisti ma affascinante e moderno. Anche la sua Parigi di giorno è diversa: ha una visione del tutto personale dei giardini del Luxembourg che racconta grazie a uno scatto di una sedia abbandonata o un leone minaccioso sotto la neve, piccoli artigiani, – il gelataio, il venditore di palloncini, un fotografo ambulante, il giardiniere che raccoglie le foglie o le statue svestite. Una carrellata di luoghi e personaggi come fosse una rappresentazione, ma del reale, della vera vita di una città che è diversa in ogni suo angolo, in ogni persona che la abita.

 

brassai racconta parigi a genova
Al bistrot, 1932, © Estate Brassaï

La fotografia che racconta

Quello che stupisce e affascina di Brassaï è la capacità di catturare e raccontare per immagini lo spirito di ciascun quartiere: la folla elegante di rue de Rivoli, gli innamorati sull’altalena, i curiosi persi in contemplazione di setosa lingerie femminile e le cartomanti sui Grands Boulevards. I suoi soggetti sono semplici, senza dettagli superflui, poiché se “tutto può diventare banale, tutto può ridiventare meraviglioso”. A Parigi, dirà,“ero alla ricerca della poesia della nebbia che trasforma le cose, della poesia della notte che trasforma la città, della poesia del tempo che trasforma gli esseri…”.

 

Per viaggiare tra le strade di Parigi grazie agli scatti in bianco e nero di Brassaï Palazzo Ducale è aperto da martedì a domenica con orario 11-19 (lunedì chiuso), il biglietto costa € 9,00.

Articoli correlati