Cooperazione internazionale

Le foto degli scontri tra gli studenti di Hong Kong e la polizia cinese

I manifestanti di Hong Kong si sono scontrati con la polizia cinese nella notte tra domenica e lunedì dopo un fine settimana di disobbedienza civile: le foto.

Questo fine settimana a Hong Kong, in Cina, le proteste degli studenti per chiedere più democrazia ed elezioni libere entro il 2017 si sono trasformate in scontri con la polizia cinese.

Il movimento di Occupy central è stato caricato con lacrimogeni, spray urticanti e manganellate dopo che un sit-in e altre forme di occupazione hanno bloccato parti della metropoli a cominciare da sabato 27 settembre. Anche se la manifestazione principale era prevista per il primo ottobre, dopo una settimana di boicottaggio delle lezioni universitarie cominciato il 22 settembre, la disobbedienza civile messa in atto già in questi giorni dai manifestanti ha spinto le forze dell’ordine a reagire e disperdere la folla.

 

La decisione degli studenti di Hong Kong di non andare a lezione per una settimana è giunta dopo che il governo di Pechino ha annunciato il 31 agosto di non autorizzare lo svolgimento di elezioni pienamente libere per scegliere lo chief executive, il governatore della ex colonia britannica tornata cinese nel 1997. Una decisione che va contro la promessa fatta dalla Cina al Regno Unito al momento della cessione della sovranità.

 

I candidati governatori, infatti, verranno “filtrati” da un comitato elettorale sotto il controllo del governo cinese. Una decisione che rischia di consentire solo alle persone sostenute dal Partito comunista cinese di presentarsi alle elezioni.

Articoli correlati
Un terremoto nel terremoto

Emergency continua a offrire supporto psicologico e assistenza infermieristica alla popolazione del centro Italia colpita dal sisma nel 2016, dove oggi il restare a casa diventa qualcosa di estremamente complesso.