Merel Karhof. I mulini a vento ridanno energia all’artigianato olandese

La designer Merel Karhof propone una collezione di sedie, sgabelli e altri elementi d’arredo tappezzati dal vento.

Nel 2010 Merel Karhof ha inventato Wind knitting factory, una macchina per maglieria a energia eolica. Le pale catturano il vento e, collegate a una macchina per la maglia, lavorano la lana in un lungo foulard, che poi viene usato per confezionare sciarpe o per diventare tappezzeria.

 

Merel-Karhof

 

Nessun posto all’infuori di Zaanse Schans nei Paesi Bassi, l’area lungo il fiume Zaan con i mulini a vento del XVII e XVIII secolo, può dimostrare meglio tutto quello che si può fare con la forza vento.

 

Per dare vita alla collezione Windworks, oltre Merel Karhof, altri due mugnai hanno messo a disposizione i loro mulini a vento, De Kat (Il gatto) per produrre i coloranti e Het Jonge Schaap (La giovane pecora) per lavorare il legname.

La collezione Windworks (turbine) propone una serie di mobili imbottiti, in cui il legno, la tintura e la tessitura della tappezzeria sono interamente realizzati con una fonte di energia libera e inesauribile: il vento. Su ognuno di questi elementi d’arredo, come su tutte le creazioni della designer Merel Karhof, viene applicata un’etichetta con l’ora e la data in cui il vento ha prodotto quel capo.

 

Articoli correlati