A Milano Pixel picnic, un picnic lungo 1 km

A Milano al Parco Sempione, domenica 8 maggio arriva Pixel picnic: un picnic lungo 1 km. La sfida è quella di “apparecchiare” una tovaglia così lunga e di socializzare. Anche in città.

Domenica 8 maggio c’è un appuntamento particolare al Parco Sempione di Milano: Pixel picnic, un picnic lungo 1 km che ha come scopo quello di far socializzare i partecipanti. È sempre più difficile conoscersi e “avvicinarsi” in città, specie se in una grande città come Milano, così il network creativo Non riservato produce, promuove, sperimenta, dissemina piccole e grandi incursioni negli spazi pubblici per disconnettere le persone dal web e riportarle nelle strade, nelle piazze, nei cortili, a guardarsi negli occhi, a incrociare destini, a costruire, demolire, ripulire, correre, giocare, coltivare, creare insieme. Qualcosa di semplice ma incredibilmente innovativo e dirompente oggi. Parlarsi e interagire.

La sfida di Pixel picnic: 1 km di tovaglia apparecchiata

Fa un po’ “Casa nella prateria”: ai giorni nostri il picnic della domenica sembra un’attività retrò, fuori dal tempo, invece tornerà in scena l’8 maggio a Milano, negli spazi verdi di Parco Sempione, precisamente nel Teatro Continuo di Burri con il via dalle ore 12:00. Un evento che è anche una sfida collettiva: riuscire ad apparecchiare una tavola di ben 1 km.

Per partecipare al picnic, che è libero e gratuito, basta portare un cuscino e il proprio cestino. Tutto qui. E per i più scansafatiche, per i quali anche fare un tramezzino è un’impresa biblica, ci sarà un supporto di ristorazione.

L’idea è semplice e geniale: unire le persone davanti al cibo, qualcosa che agli italiani è sempre venuta particolarmente bene ma che, nonostante la tradizione, perde sempre più valore come momento di socializzazione. Non si ha tempo, voglia e stimolo per incontrarsi “davvero” e si tende ad avere relazioni telematiche e a distanza. Un picnic può essere un bel modo per riprendere vecchie e sane abitudini sociali.

Dunque si mangerà, ci sarà la musica e un programma ricco di eventi per tutti i gusti.

 

Pixel picnic
Domenica 8 maggio a Milano Pixel picnic

Pixel picnic: il programma

Tra concerti, giochi urbani, workshop, performance e sfide che manderanno i partecipanti in missione per il parco, vi segnaliamo cosa ci incuriosisce di più nel programma di domenica 8 maggio, anche per i bambini. Attenzione però: per alcune attività occorre prenotare scrivendo a  [email protected] (per la lista consultare qui).

 

CriticalCity Live – Focus: I partecipanti ricevono un caschetto con telecamera, un timer da legarsi al polso, pescano una missione dalla pila di buste segrete e da quel momento hanno 15 minuti di tempo per compierla e tornare indietro.

Slow Run! una corsa sulla distanza di 5 metri, dove vince chi arriva ultimo. Esistono solamente tre regole: non si può cambiare stile di corsa, non si può stare fermi e non si può indietreggiare. La corsa sensibilizza a rispettare anche chi resta indietro.

Garten con Elena Campa cureranno un workshop di “monotipia”, dove raccoglieranno le piante commestibili di Parco Sempione realizzando così un erbario autoprodotto del parco più centrale di Milano.

La cassetta orto emotiva – con Asterisma e l’ortoterapista Cristiana Minoletti. I partecipanti hanno a disposizione una semplice cassetta di frutta, sacchi di terriccio e materiale vario sia inerte, che vivente. Ciascuno realizzerà il proprio “paradiso verde”.

Il giardino magico urbano: sempre con Asterisma, l’illustratrice Serena Marangon realizzerà un laboratorio in cui si incontrano l’illustrazione, la natura e la scienza, pensato per un lavoro collaborativo di un bambino con un adulto. I partecipanti realizzeranno un piccolo libro con il disegno, il collage e timbri.

BioBlitz è un laboratorio diffuso in varie parti del mondo: cittadini, naturalisti e scienziati si riuniscono in un luogo per scoprirne flora e fauna. A questo de.de.p. aggiunge la creazione di fossili in gesso per imprimere la forma di foglie, fiori, e trame.

Teatro in cuffiaMare Culturale Urbano: produzione teatrale in cui gli spettatori sono dotati di cuffie e gli attori recitano in relazione al tempo, allo spazio e al pubblico. Si crea così un ponte tra pubblico e spettacolo che va oltre la semplice metateatralità.

L’urlo del Sempione, realizzato da Le Compagnie Malviste è una performance urbana aperta a persone di tutte le età, che mira al coinvolgimento collettivo e la mobilitazione sociale. L’atto finale è un urlo liberatorio collettivo.

 

Pixel picnic si svolgerà in uno dei polmoni verdi della città, è importante quindi che chi parteciperà domenica all’evento si impegni a mantenere pulito il parco e a rispettarlo, così come ha fatto l’organizzazione di Non riservato che non ha pubblicizzato con alcun materiale cartaceo il picnic e ha limitato al minimo l’allestimento che verrà comunque riutilizzato.

 

 

Articoli correlati
Che MITO le novit

MITO Centinaia di artisti da tutto il mondo e 213 concerti per “far suonare” le città di Milano e Torino per quasi un mese intero, dal 3 al 24 settembre.

Milano diventa A-Ortista

Quest’anno saranno coinvolte altre location, ristoranti, gallerie, parchi, giardini che creeranno un percorso per le due settimane in Verde dal 13 al 27 aprile dove l’arte e la natura saranno le muse ispiratrici.

Acid Queens

Marco Sampietro realizza un calendario nel 2007, “Women Kisses”, per presentare in seguito “Muses”.