Mobilit

Riduzione dell’inquinamento da traffico; riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 derivanti dal settore dei trasporti; velocizzare il trasporto delle persone e delle merci. Sono questi i tre…

Riduzione dell’inquinamento da traffico; riduzione dei consumi
energetici e delle emissioni di CO2 derivanti dal settore dei
trasporti; velocizzare il trasporto delle persone e delle merci.

Sono questi i tre punti chiave dell’accordo firmato il 7
ottobre tra il ministro dell’Ambiente italiano Stefania
Prestigiacomo e quello della scienza e della tecnologia cinese Wang
Gang in occasione della visita in Italia della delegazione cinese
presieduta dal primo ministro Wen Jiabao.

Il memorandum ha lo scopo di intensificare i rapporti tra
Italia e Cina in materia di ambiente. In particolare, verrà
incrementata la collaborazione nel settore dei veicoli elettrici.
Il Governo di Pechino, infatti, ha chiesto una consulenza al
ministero dell’Ambiente italiano per l’attuazione del programma
“Mille auto elettriche e ibride in 10 città” cinesi lanciato
da Wang Gang nel 2009.

Il progetto potrà avere risvolti positivi anche per le
imprese italiane presenti in Cina. Secondo Prestigiacomo “l’intesa
rafforza la partnership con il paese che più di ogni altro
al mondo sta investendo in tecnologie pulite e si inserisce
pienamente nella strategia della mobilità sostenibile in
Italia”.

Anche il premier cinese Jiabao ha riconosciuto all’Italia la
superiorità nelle tecnologie ambientali e nell’innovazione
e, proprio per questo, ha stimolato le imprese italiane a investire
di più: “[…] gli investimenti italiani in Cina
ammontano a soli 5 miliardi di dollari. Sono pochi, non
corrispondono al rapporto di forza che l’Italia rappresenta visto
che dall’Europa arrivano 50 milardi e dagli USA 60″.

Siamo anche su WhatsApp. Segui il canale ufficiale LifeGate per restare aggiornata, aggiornato sulle ultime notizie e sulle nostre attività.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
#bastabufale, Laura Boldrini lancia un appello contro le fake news

Laura Boldrini, presidente della Camera dei deputati, lancia un appello contro le fake news, le cosiddette “bufale” sempre più presenti, e fuorvianti, sul web. “Essere informati correttamente è un diritto. Essere disinformati è un pericolo”, dice Boldrini che ha deciso di lanciare questa iniziativa (l’appello può essere firmato da chiunque dal sito www.bastabufale.it e condiviso sui social

Luaty Beirao, 5 anni di carcere per il rapper angolano dissidente

Cinque anni e mezzo di carcere: tanto è costato a Luaty Beirao, musicista e rapper angolano il suo impegno politico e la dissidenza al presidente Jose Eduardo dos Santos. La sentenza è stata emessa da un tribunale di Luanda che ha giudicato Beirao e altri 16 imputati colpevoli di voler rovesciare il governo e le

Il bancomat a Nairobi che non distribuisce denaro ma acqua potabile

Ricorda molto un bancomat questa “casa dell’acqua” operativa a Nairobi. Un distributore di quelli che si trovano anche nelle nostre cittadine. In questo caso però, il distributore d’acqua si trova in uno dei luoghi dove le condizioni di vita sono più difficili, ovvero nell’agglomerato di Nairobi chiamato Mathare. Popolazione stimata 500 mila persone.    

Greenpeace: sostanze tossiche nei vestiti dei bambini

Sono ftlati, composti perfluorurati, nonilfenoli e metalli pesanti. Sostanze chimiche utilizzate per rendere i capi di abbigliamento impermeabili, più morbidi, e dai colori sempre vivi. Sostanze chimiche che nel breve e lungo periodo possono cusare gravi danni sia alla salute che all’ambiente. È quanto si legge nelle pagine dell’ultimo rapporto di Greenpeace “Piccoli mostri nell’armadio”,