La tradizione del legno scolpito in Val Gardena diviene arte contemporanea. In mostra a Trento

Legno | Lën |Holz è la mostra che a Trento racconta la scultura lignea contemporanea. Conosciuta e apprezzata a livello internazionale, ha i suoi massimi esponenti in Val Gardena. Sorprendetemente intensa.

Se l’arte è anche sorprendersi dinnanzi a qualcosa di insolito ma meraviglioso un esempio ne è la mostra in programma a Trento, alla Galleria civica, sino al 17 settembre: Legno | Lën | Holz, il titolo è scritto in italiano, ladino e tedesco. “Un itinerario nella scultura contemporanea” recita il titolo. La scultura lignea ha alcuni dei suoi esponenti più apprezzati in Val Gardena, tra le Dolomiti, artisti capaci di rendere moderna e attuale una tradizione antichissima. Opere che uniscono alla grande tecnica, una profondità inaspettata dal materiale utilizzato.

Legno | Lën | Holz, la tradizione ladina della scultura ligna

Una forma d’arte che ha origini nell’area ladina nelle valli sudtirolesi, trentine e venete dove si parla ancora l’antica lingua retoromanza e si scolpisce il legno. Ma lo si lavora in maniera del tutto nuova sebbene l’arte sia sempre la stessa: le opere hanno soggetti moderni, contemporanei, lontani dall’immaginario consueto al quale siamo abituati pensando all’artigianato ligneo. Maestri di scultura capaci di raffigurare il corpo umano in scala reale e di dare con lo scalpello profondità espressiva di altissimo livello.

Dunque, il territorio, la grandissima capacità tecnica, la tradizione ladina, sono alcuni dei temi di questa mostra oltre alla ricerca sul corpo che apparirà manifesta visitandola. 40 le opere esposte tra sculture e installazioni che sembrano essere vive e comunicare e dialogare, oltre che tra loro, con il visitatore. Alcune sono state realizzate espressamente per la mostra o mai esposte prima. Tutte sono state selezionate perché realizzate esclusivamente con l’uso della tecnica manuale dell’intaglio ligneo, nessun macchinario quindi, solo l’antica tradizione scultorea.

Il risultato delle scelte e dell’allestimento è armonico, sebbene le opere siano profondamente diverse tra loro, così come lo sono i loro autori: le sculture di Peter Senoner sembrano umanoidi, quelle di Willy Verginer invece mai così vere e attuali – quasi un commento alle vicende migratorie –, mentre Walter Moroder stupisce per la sua delicatezza e raffinatezza. In alcune sono evidenti le venature del legno così come i colpi di scalpello, altre sono levigate e bianche da sembrare porcellana o marmo. Tutte hanno però  in comune lo sguardo, quasi reale, umano che emoziona e tocca profondamente chi le sta guardando e ne percepisce il desiderio, il bisogno di comunicare.

Legno
Lo studio di Aron Demetz in Val Gardena

15 artisti in mostra a Trento

Legno | Lën | Holz è una mostra dal grande valore territoriale e socio culturale ma ha anche una rilevanza internazionale presentando 15 artisti tra cui i più noti esponenti in questa forma d’arte, li citiamo tutti: Livio Conta, Giorgio Conta, Fabiano de Martin Topranin, Aron Demetz, Gehard Demetz, Peter Demetz, Arnold Holzknecht, Walter Moroder, Hermann Josef Runggaldier, Andreas Senoner, Peter Senoner, Matthias Sieff, Adolf Vallazza, Willy Verginer e Bruno Walpoth.

Poiché la tradizione di questa forma d’arte nasce in Val Gardena è importante sottolineare che la Galleria civica di Trento, annessa al Mart, è il primo museo italiano a dedicare una mostra alla scultura lignea contemporanea. Un primato che rafforza l’identità di questa forma espressiva senza porre però limiti territoriali.

Tutto, visitando Legno | Lën | Holz, vi comunicherà la passione degli artisti per la terra, per la valle e il suo legno. Legno che non è solo un materiale, un mezzo per esprimersi ma ha in sé la storia e la tradizione dei suoi luoghi che hanno dato vita a un’arte capace però di trasformarsi in modo assolutamente contemporaneo. Se poi, come noi, avrete l’occasione di visitare gli studi di questi artisti potrete calpestare i trucioli, sentire il profumo del legno e il battere dello scalpello: vi sembrerà di essere in un altro tempo, invece avrete dinanzi a voi la scultura lignea contemporanea. La migliore.

La mostra rimarrà aperta fino al 17 settembre con questi orari: da martedì a domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, lunedì chiuso. Il biglietto costa solo 2 euro.

Legno Trento
Arnold Holzknecht, Figura, 2008, particolare. Courtesy Galleria Doris Ghetta – Ortisei. Foto: Mart, Jacopo Salvi
Articoli correlati