A Rotterdam gli alberi galleggeranno sull’acqua

Curiosa iniziativa di un’associazione olandese che salverà una decina di alberi e li trapianterà su boe riciclate, creando un piccolo bosco galleggiante.

Si chiamerà Bobbing Forest e sarà una piccola foresta galleggiante quella che sorgerà sul porto di Rotterdam. A realizzare questa opera l’associazione culturale Mothership che realizza questo tipo di progetti proprio per portare valore aggiunto agli spazi pubblici.

 

alberi
Il modellino su cui si è studiato e testato il progetto.

 

L’iniziativa, ideata dall’artista Jorge Bakker, vuole far riflettere “circa il modo in cui i cittadini hanno a che fare con la natura e come la natura influisce sugli abitanti delle città”, si legge sul sito ufficiale dell’associazione. L’opera vedrà la piantumazione di una ventina di alberi, recuperati da altre zone della città, all’interno di vecchie boe di plastica recuperate e riciclate apposta per questo progetto.

 

 

Una sorta di grandi vasi galleggianti che accoglieranno una varietà locale di olmo, resistente alla salinità delle acque marine e agli scossoni del moto ondoso. Non si tratta di un’idea improvvisata, ma studiata a tavolino, con tanto di anni di sperimentazione. L’associazione infatti si è avvalsa della collaborazione di studenti di ingegneria ambientale che hanno studiato per circa tre anni le capacità di riuscita di questo progetto: capacità di crescita, resistenza alla salinità e alle onde del Mare del Nord.

 

alberi
Uno dei primi olmi ancorati nel porto. © Urbancontest

 

Dal prossimo mese i primi alberi verranno delicatamente ormeggiati a pochi metri dalla banchina, realizzando quello che sarà il primo bosco galleggiante della storia. Un’opera dall’alto valore ambientale, perché recupera degli alberi, contribuisce ad aumentare il verde pubblico, riduce le emissioni di CO2 e contribuisce a rendere più vivibile la città.

Articoli correlati