In Russia il 2020 è stato l’anno più caldo di sempre

Il ministero dell’Ambiente russo ha spiegato che il 2020 è stato l’anno più caldo della storia, con 3,22 gradi centigradi in più rispetto alla media.

Nel 2020 la temperatura in Russia è stata di 3,22 gradi centigradi superiore rispetto alla media registrata a partire dal 1936. A riferirlo è il ministero dell’Ambiente, in un documento pubblicato martedì 7 settembre, nel quale si sottolinea come sia stato battuto il record precedente, che risaliva al 2007, di oltre un grado centigrado.

Raddoppiati in un anno gli eventi meteorologici estremi in Russia

In particolare, secondo quanto riportato dal quotidiano Moscow Times, l’inverno 2019-2020 è stato estremamente caldo sul territorio della nazione euroasiatica: ben 5 gradi centigradi in più rispetto alla media del periodo 1961-1990. Il ministero russo evidenzia inoltre come circa i tre quarti (il 72 per cento per l’esattezza) del territorio della Russia ha vissuto fenomeni meteorologici estremi nel corso del 2020.

mosca caldo record
Mosca è colpita da un’ondata di caldo eccezionale nel giugno del 2021 © Dimitar Dilkoff/Afp/Getty Images

In particolare, il ministero delle Emergenze di Mosca ha parlato di 104 eventi eccezionali nell’anno in questione. Un valore che risulta più che raddoppiato rispetto a quello registrato nel 2019. «E ll trend – ha precisato al quotidiano Vasily Yablokov, direttore della divisione clima di Greenpeace Russia – è proseguito nel 2021. La frequenza e la pericolosità degli eventi estremi sta crescendo, e al contempo il quantitativo di danni provocati. Ogni anno che passerà, la situazione sarà peggiore».

Il 57 per cento dei russi si ritiene colpito dalla crisi climatica

Il documento del ministero, riportato dal Moscow Times, è ancora una bozza. Prima di essere definitivo dovrà essere posto al vaglio di una serie di valutazioni da parte di esperti. In ogni caso, i dati che contiene indicano ancora una volta come la nazione più grande del mondo in termini di estensione territoriale sia colpita più di altre dai cambiamenti climatici.

Si stima infatti che in Russia il ritmo del riscaldamento globale sia 2,5 volte superiore rispetto alla media del Pianeta. Non a caso, un recente sondaggio di un’agenzia demografica pubblica ha indicato come il 57 per cento dei cittadini affermi di percepire già l’impatto della crisi climatica sulla propria quotidianità (di contro, un 25 per cento si dichiara scettico rispetto alle cause antropiche del riscaldamento globale).

In Nuova Zelanda l’inverno più caldo di sempre

Anche agli antipodi i segnali dei cambiamenti climatici in atto non mancano. In Nuova Zelanda quello appena concluso è stato l’inverno più caldo di sempre. Secondo quanto indicato dall’Istituto nazionale di ricerca sull’acqua e l’atmosfera, la temperatura media tra giugno e agosto è stata di 1,32 gradi centigradi superiore rispetto alla media storica.

Lo stesso organismo governativo ha precisato che, a partire dal 2000, la Nuova Zelanda ha vissuto sette dei dieci inverni più caldi mai registrati sul proprio territorio.

L'autenticità di questa notizia è certificata in blockchain. Scopri di più
Articoli correlati