Quali sono i siti italiani candidati a diventare patrimonio dell’umanità dell’Unesco

Dal 28 giugno all’8 luglio a Bonn si decideranno i nuovi siti patrimonio dell’umanità. L’Italia concorre con la “Palermo arabo normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale”.

Sono aperti i lavori della 39esima commissione Unesco che sceglierà i nuovi siti patrimonio dell’umanità e che si terrà dal 28 giugno all’8 luglio 2015 a Bonn, in Germania. 37 i candidati in totale, tra cui 31 naturali, 5 culturali e 1 misto.

 

site_1487_0001

 

 

L’Italia parteciperà con un sito culturale, ovvero con il complesso “Palermo arabo normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale”. Si tratta della 51esima candidatura, che potrebbe alzare l’asticella del già elevato record italiano. Il nostro paese, con 50 siti, è quello con il numero maggiore di patrimoni riconosciuti.

 

site_1487_0007

 

 

Il sito candidato comprende 7 complessi monumentali palermitani e 2 complessi delle Cattedrali di Cefalù e Monreale, a testimonianza de “l’altissimo valore del sincretismo culturale arabo-normanno che generò uno stile architettonico ed artistico eccezionale in grado di rappresentare, ancora oggi, l’esempio tangibile di convivenza, interazione e interscambio tra culture eterogenee”, si legge da una nota rilasciata dal ministero per i Beni culturali.

 

site_1487_0017

 

 

Ad oggi sono 41 i siti che rientrano nella “tentative list”, ovvero la lista che ogni Paese stila e candida a diventare patrimonio. L’ultima in ordine cronologico è la candidatura di una area di foreste che vanno dall’Emilia alla Puglia come parte delle “Foreste vergini di faggio dei Carpazi (Slovacchia e Ucraina) e foreste di faggio antico della Germania”.

 

Ecco la lista completa:

 

  • Espace transfrontalier Marittime-Mercantour (Les Alpes de la Mer) (15/04/2013)
  • Massif du Mont-Blanc (iscrizione comme patrimoine naturel transfrontalier, avec France et Suisse) (30/01/2008)
  • Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalu ‘e Monreale (18/10/2010)
  • Arcipelago di La Maddalena e le Isole di Bocche di Bonifacio (01/06/2006)
  • Bradisismo nell’Area Flegrea (01/06/2006)
  • Cascata delle Marmore e la Valnerina: siti monastici e le antiche opere di bonifica idrogeologica (01/06/2006)
  • Monastero Cattolica di Stilo e complessi basiliani-bizantino (01/06/2006)
  • Cittadella di Alessandria (01/06/2006)
  • Estensione alle “foreste vergini di faggio dei Carpazi (Repubblica Slovacca e Ucraina) e le foreste di faggio antico della Germania (Germania)” comune patrimonio mondiale della proprietà (2015/02/02)
  • Città Fortezza di Palmanova (01/06/2006)
  • Grandi Terme di Europa (2014/01/07)
  • Giardini Botanici Hanbury (01/06/2006)
  • Centro storico di Lucca (01/06/2006)
  • Centro storico di Parma (01/06/2006)
  • Centro storico di Pavia e Certosa (01/06/2006)
  • Isola dell’Asinara (01/06/2006)
  • Ivrea, città industriale del 20 ° secolo (03/05/2012)
  • Grotte carsiche in preistorico Puglia (01/06/2006)
  • Lago Maggiore e il Lago d’Orta lakelands (01/06/2006)
  • Isola di Mothia e Lilibeo: Il fenicio-punica civiltà in Italia (01/06/2006)
  • Orvieto (01/06/2006)
  • Parco Nazionale della Sila – Sila, Gran Bosco d’Italia (31/01/2012)
  • Pelagos: il Santuario dei Cetacei (01/06/2006)
  • Stagni nella baia di Oristano e l’isola Penisola del Sinis di Mal di Ventre (01/06/2006)
  • Cattedrali romaniche di Puglia (01/06/2006)
  • Salento e il “Barocco Leccese” (01/06/2006)
  • Cappella degli Scrovegni (01/06/2006)
  • Sulcis Iglesiente (01/06/2006)
  • Taormina e Isola Bella (01/06/2006)
  • La valle dell’Aniene e Villa Gregoriana a Tivoli (01/06/2006)
  • La città di Bergamo (01/06/2006)
  • I paleosuperfici Paleolitico Inferiore a Isernia-La Pineta e Notarchirico (01/06/2006)
  • The Marble Bacino di Carrara (01/06/2006)
  • Le Murge di Altamura (01/06/2006)
  • I portici di Bologna (01/06/2006)
  • Le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. (Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene (05/10/2010)
  • La transumanza: Traccia del Royal Shepherd (01/06/2006)
  • Le opere veneziane di difesa tra il 15 e 17 ° secolo (2013/09/10)
  • Via Appia “Regina Viarum” (01/06/2006)
  • Ville nobiliari papale (01/06/2006)
  • Volterra: Storico e paesaggio culturale (01/06/2006)
Immagine di copertina © CRICD

Articoli correlati