Tonal, Nagual e vita quotidiana

Il mondo del lavoro e degli affari nella prospettiva degli insegnamenti di Carlos Castaneda. Un invito a conciliare sapientemente le due polarità.

Vi ricordate quando Carlos Castaneda racconta nei suoi libri
degli incontri con Don Juan in Città del Messico, e con
sorpresa lo trovava vestito in perfetto completo gessato e
sosteneva che era in città per affari?

Chi ha iniziato o sta intraprende un cammino spirituale, di
qualunque genere, ad un certo punto si trova in difficoltà
nell’affrontare la vita quotidiana, il mondo del lavoro e degli
affari. Pensa che le due cose non possano andare insieme, che il
mondo spirituale sia in antagonismo con il mondo materiale che deve
affrontare nella vita terrena… e possono cominciare periodi di
crisi.

Ma come affrontava Don Juan il mondo degli affari? Carlos
Castaneda, attraverso gli insegnamenti del suo maestro, ha
trasmesso al suo lignaggio interessanti spunti a tale riguardo.
Per Carlos Castaneda l’uomo che è nel cammino spirituale
deve essere in grado di bilanciare in maniera perfetta i due
aspetti dell’uomo che la tradizione Tolteca considera: il lato
destro quello della razionalità, legato alle cose
pratiche
e terrene (tonal) ed il lato sinistro, quello
misterioso e magico, molto più vasto, che esiste al di fuori
del mondo ordinario in cui viviamo (nagual).

L’integrazione del lato destro e del lato sinistro richiede un
certo addestramento e una certa pratica, ed è uno dei
compiti più importanti che l’uomo moderno deve saper
svolgere.

Per affrontare un determinato problema o progetto il lato destro
del corpo richiede di coprire tutti gli aspetti pratici
dell’argomento, entrare nei dettagli ed affrontare con precisione
tutte le questioni. Da questo punto di vista è richiesto il
mantenimento della professionalità nell’affrontare il lavoro
che viene svolto. Don Juan affermava che la realtà è
il nostro sogno da svegli
, e per prima cosa dobbiamo
essere consapevoli che stiamo sognando e perciò è
necessario affrontare con precisione e massima attenzione le cose
che ci circondano. Per questo dobbiamo svolgere in modo
impeccabile, con precisione ed abilità ogni questione
pratica. Le azioni devono essere sempre precedute dalle analisi
preliminari, dalla fase
progettuale
e dai dettagli economici ed organizzativi,
proprio come le migliori tradizioni di business e management
raccomandano.

Questa però è solo una parte del compito. Il lato
sinistro, quello magico e misterioso, quello dell’intuito e
del sentimento deve essere preso in considerazione. Le decisioni
importanti vengono prese con il cuore, attivando i centri magici
che ci sono nel nostro corpo. Don Juan insegnò a Carlos
Castaneda dei passi magici che praticavano i Toltechi, veggenti
dell’antico Messico, per attivare particolari centri energetici che
sono situati nel nostro corpo. Sono particolari movimenti che
attivano aree specifiche del corpo energetico, e forniscono il
sostegno per prendere le decisioni e per agire con forza e con
rettitudine una volta che queste sono state prese. Il lato sinistro
richiede di saper convivere con le forze misteriose che ci sono
nell’universo, perciò cerca sempre la sintonia, e di essere
in armonia con il flusso della vita.

Una volta prese le decisioni, le azioni si fanno con precisione
ma in maniera distaccata, senza l’attaccamento che tutto debba
andare secondo i programmi, piuttosto con l’attenzione di inseguire
quelli che sono i movimenti energetici, invisibili che si
manifestano. Si scrutano attentamente tutti i segnali, le sincronicità
e le coincidenze che avvengono, si osserva con impeccabilità
ciò che sta funzionando e ciò che invece non
funziona, e questi vengono considerati manifestazioni
dell’universo, e si accettano con fluidità, rispetto e
serenità. La fluidità appartiene al lato sinistro del
nostro corpo, perché utilizza l’intuito come principale
motore d’azione, percepisce i segnali sottili o invisibili che il
lato destro, razionale, tende ad escludere dalla propria vista.

Nei momenti di crisi con il lavoro, o quando si vogliono
intraprendere nuove
attività nel campo degli affari
, possono
risultare molto utili questi semplici insegnamenti. Ci forniscono
una duplice prospettiva delle nostre azioni, coprendo i bisogni che
ha il nostro spirito ma anche fornendo il giusto sostegno alle
necessità materiali e quotidiane che non possiamo fare a
meno di considerare.

Nello
Ceccon

Immagine: “Nagual Woman”,
Mario Castillo

Articoli correlati