Trekking Urbano. Un fine settimana all’insegna del turismo lento

Sono 37 le città che parteciperanno all’11ma edizione della Giornata Nazionale del turismo lento. Il tema di quest’anno: “Ricordare e ripercorrere la nostra storia a 100 anni dalla Grande Guerra”.

Visitare le più importanti città e Comuni della nostra penisola, scovando gli angoli più nascosti, spesso spettacolari, ricchi di storia. Tutto rigorosamente a piedi. È la proposta di Trekking Urbano idea nata dal Comune di Siena nel 2002 e che oggi vede partecipare ben 37 città.

 

Il trekking urbano è una scommessa vinta. Siamo all’11ma  edizione e le città aderenti continuano a crescere. Un evento nazionale che trova nel far rete la sua forza nella volontà di valorizzare il turismo esperienza offrendo la possibilità sia per il turista che per il cittadino, di scoprire in maniera inedita le città d’arte”. Ha dichiarato Sonia Pallai, assessore alle politiche del turismo del comune di Siena.

 

 

Ecco che, dal 31 ottobre al 2 novembre, saranno a disposizione degli amanti della passeggiata itinerari appositamente studiati, appuntamenti, aperture straordinarie, tutti realizzati sullo stesso filo conduttore: “Ricordare e ripercorrere la nostra storia a 100 anni dalla Grande Guerra”. Il programma delle visite a piedi prevede percorsi con diversi livelli di difficoltà, accessibili a tutte le età e offrono un modo sportivo e piacevole di visitare i centri storici, alla scoperta di angoli sconosciuti e panorami mozzafiato. Percorsi sempre nuovi che conducono a musei, monumenti, luoghi panoramici, osterie, botteghe artigiane, mercatini, parchi.

 

Siena

Tower of Town hall in Siena with part of square

©Weekendromanticotoscana

Non poteva certo mancare. Qui si rivivrà la prima metà del ‘900. Ci saranno le testimonianze dirette degli anziani che testimonieranno la loro esperienza della II Guerra Mondiale e poi un trekking guidato dai fotografi con uno speciale percorso alla scoperta delle inquadrature più inedite della città. Venerdì 31 ottobre, sabato 1 e domenica 2 novembre.

 

Ancona

1374169

©Mch

La città fu attaccata già il 24 maggio 1915, primo giorno di guerra per il Regno d’Italia. Qui si ripercorrerà il.momento attraverso um toccante percorso dal Monumento ai caduti, alla Mole dove sarà rievocata l’incursione austriaca dell’aprile 1918. Sabato 1 e domenica 2 novembre.

Catania

62892064

©Stanito

Un salto direttamente nel sogno della Belle Epoque, interrotto bruscamente dalla Grande Guerra. Il trekking porterà così a riscoprire la storia poco conosciuta di quando Catania diventò una città “moderna”. Sabato 1 e domenica 2 novembre.

 

Napoli

2

©TrekkingUrbano

Tra le strade del capoluogo campano ci si immergerà nel periodo liberty. Protagonista l’architettura napoletana dei primi decenni del Novecento con le strade sinuose e panoramiche all’interno dei quartieri Vomero e Chiaia. Venerdì 31 ottobre, sabato 1 e domenica 2 novembre.

 

Padova

1

©TrekkingUrbano

Tra il 1914 e il 1918 fu protagonista di fatti importanti: molti i luoghi che conservano un patrimonio anche umano dove il messaggio diventa simbolo e significato. Il trekking muoverà attraverso piazza Mazzini, via Dante, piazza Duomo, piazza dei Signori, piazza delle Erbe per concludere un percorso “intriso” di memorie in via VIII febbraio. Venerdì 31 ottobre.

 

Palermo

cattedrale

©Siciliainfoto

Il trekking in questa città offrirà oltre al turismo e alla cultura unirà l’aspetto commemorativo alla scoperta di epigrafi, monumenti in onore degli eroi e delle eroine della Grande Guerra. Venerdì 31 ottobre.

 

Pavia

t5_pavia_pavia_affaccio_sul_centro_storico_4e5e44fc40e90_20110831_042812

©Tuttocittà

Qui si partirà dal Museo del Risorgimento però poi passare attraverso luoghi e palazzi storici che ancora raccontano di quei giorni. Il trekking terminerà in piazza del Carmine dove i partecipanti potranno ascoltare cori e musiche di quel periodo storico. (venerdì 31 ottobre).

 

Fermo

img-fermo

©ComuneFermo

Sarà possibile riscoprire una città che agli inizi del XX secolo visse anni effervescenti dal punto di vista culturale e sociale e che fu protagonista in tutti i campi delle arti liberali con un’atmosfera di rinnovato fervore che attrasse personaggi quali Gabriele D’Annunzio e Giosuè Carducci. Al tempo stesso, però, è ai 400 giovani che furono sacrificati nella Prima Guerra Mondiale che viene dedicato il Trekking 2014. (venerdì 31 ottobre).

Forlì

3

©TrekkingUrbano

Una camminata alla riscoperta del centro storico cittadino attraverso gli eventi che hanno segnato la città negli anni della Grande Guerra. Un percorso innovativo dedicato a storie e vite, spesso  rimaste senza volto. Sabato 1 novembre.

Macerata

44956502
©MancaGiuseppe

La città dedica alla Grande Guerra un percorso articolato su due livelli diversi: dai luoghi della memoria, all’esposizione di cimeli, documenti, collezioni storiche comunali che fanno riflettere sull’enorme impatto che il conflitto ebbe sull’organizzazione sociale. Venerdì 31 ottobre e sabato 1 novembre.

Immagine di copertina via Improntaunika.it

Articoli correlati
New York Biotopes, città come ecosistema

Immaginate una metropoli che prende vita, che diventa ecosistema. Dove i seggiolini della metropolitana si trasformano in petali e i lampioni diventano soffioni. Una designer tedesca ci ha provato con New York.

Giocare fa bene… alle nostre città

Il gioco sperimenta per la prima volta nel nostro paese un nuovo tipo di progetto che utilizzando la potenza del web chiede ai partecipanti di compiere azioni utili e creative nel mondo reale.