U2 e Alex Ebert vincono i Golden Globes “musicali” 2014

L’edizione dei Golden Globe Awards 2014 sarà ricordata soprattutto per la vittoria del film di Paolo Sorrentino La grande bellezza per la categoria “Miglior film straniero”: era il 1989 quando l’Italia vinceva per l’ultima volta – con Nuovo Cinema Pardiso – un premio della stampa straniera a Hollywood, ed essendo i Golden Globes considerati preludio degli Oscar, non

L’edizione dei Golden Globe Awards 2014 sarà ricordata soprattutto per la vittoria del film di Paolo Sorrentino La grande bellezza per la categoria “Miglior film straniero”: era il 1989 quando l’Italia vinceva per l’ultima volta – con Nuovo Cinema Pardiso – un premio della stampa straniera a Hollywood, ed essendo i Golden Globes considerati preludio degli Oscar, non resta che incrociare le dita per gli eventi prossimi venturi.

 

Ma, come ogni anno, i circa novanta giornalisti presenti in giuria hanno anche dovuto scegliere la migliore canzone originale e la miglior colonna sonora per film. Nella prima categoria hanno trionfato, forse non proprio a sorpresa, gli U2 con Ordinary Love composta per il film Mandela: Long Walk to Freedom.

 

“Quest’uomo ha messo le nostre vite a soqquadro. Un uomo che ha rifiutato di odiare credendo che l’amore avrebbe fatto un lavoro migliore. Abbiamo scritto una canzone d’amore per dare il senso di ciò che di meraviglioso c’è nel film: una storia d’amore sui generis”.

 

Così ha detto Bono ritirando il premio. Gli U2 hanno poi anche salutato e ringraziato Chris Martin e i Coldplay – anche loro in nomination con la canzone Atlas per Hunger Games nonché probabili ospiti nel nuovo album del gruppo irlandese che uscirà (quasi sicuramente) a marzo (intanto gli U2 dovrebbero annunciare il nuovo singolo il prossimo 2 febbraio durante il Superbowl). Quello ricevuto quest’anno non è il primo Golden Globes che gli U2 si aggiudicano: ci erano già riusciti nel 2003 con il brano The Hands That Built America, inserito nel film Gangs Of New York di Martin Scorsese.

 

Prima, e anche piuttosto a sorpresa, è invece la statuetta ricevuta dall’eccentrico frontman del “collettivo” Edward Sharpe and Magnetic Zeros Alex Ebert per la colonna sonora del film di J.C. Chandor All is Lost – Tutto è perduto, che vede Robert Redford come protagonista unico. Alex ha vinto sulla concorrenza (di tutto rispetto) di Alex Heffes (Mandela: Long walk to freedom), John Williams (The book thief), Steven Price (Gravity) e Hans Zimmer (12 anni schiavo).

 

http://youtu.be/6_7Gb3qt1I0

Ma altri due personaggi del mondo della musica hanno avuto un riconoscimento in questa edizione: Jared Leto, frontman dei 30 Seconds To Mars, ha vinto il “Premio come miglior attore non protagonista” per Dallas Buyers Club e Spike Jonze – regista di videoclip musicali per artisti quali Bjork, Beastie Boys, Arcade Fire e R.E.M. – per la miglior sceneggiatura del film Her.

Siamo anche su WhatsApp. Segui il canale ufficiale LifeGate per restare aggiornata, aggiornato sulle ultime notizie e sulle nostre attività.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

L'autenticità di questa notizia è certificata in blockchain. Scopri di più
Articoli correlati
La musica dopo Parigi

Il mondo della musica è ancora sconvolto dagli attentati di Parigi, che venerdì notte hanno causato la morte di 129 persone. Gran parte di queste si trovava al Bataclan, lo storico locale dove stavano suonando gli Eagles of Death Metal. Quella che doveva essere una serata di festa, puro intrattenimento e musica rock, veicolata tra

U2: domenica la band ospite a Che Tempo Che Fa

Gli U2 arriveranno in Italia domenica 12 ottobre per partecipare in esclusiva in diretta a CHE TEMPO CHE FA, il programma condotto da Fabio Fazio in onda su Rai Tre alle 20:10. Ad annunciarlo è stato lo stesso conduttore durante la puntata di ieri sera del suo programma. Sarà la prima volta che la band

The Joshua tree, il più grande successo degli U2

Uscito il 9 marzo 1987 per la Island Records, The Joshua tree raggiunge la prima posizione delle classifiche britanniche pochi giorni dopo, il 21 marzo seguente. Gli U2 centrano così il loro terzo primo posto dopo lo straordinario successo di The unforgettable fire (Island, 1984) – l’album della consacrazione internazionale – e War (Island, 1983).   Grazie all’aiuto in studio

Gli U2 e quell’indimenticabile esordio italiano

È il 4 febbraio 1985 quando gli U2 suonano per la prima volta dal vivo in Italia, in una serata a dir poco memorabile. È quello un momento magico per la band irlandese, in piena promozione del suo quarto album in studio, The Unforgettable Fire, uscito nell’ottobre del 1984. Anticipato dal singolo di grande successo Pride

U2 inediti per Mandela: Long walk to freedom

Mandela: Long walk to freedom è un film diretto da Justin Chadwick basato sull’omonima autobiografia scritta proprio dal rivoluzionario anti apartheid Nelson Mandela. L’adattamento per il cinema ripercorre fedelmente la vita epica e disseminata dalle molte lotte per la libertà che hanno portato Nelson Mandela dalle campagne del Transkei alle township di Johannesburg, dalla resistenza

Rock Files Today – 18 Giugno – U2

Oggi, 18 Giugno 2002 Dublino, Irlanda Nonostante una sostanziosa offerta al comune di Dublino, gli U2 si sono visti rifiutare la possibilità di preservare il vecchio edificio che ospita gli Hanover Quay Studios, dal 1994 quartier generale del gruppo di Bono nonché luogo principale delle loro registrazioni. Il palazzo dovrà essere demolito per fare spazio

Rock Files Today – 21 Marzo – U2

Oggi, 21 marzo 1987 Dublino Ai Windmill Lane Studios si fa festa. Uscito il 9 marzo, quindi neanche due settimane fa, il quinto album in studio degli U2, la rock band irlandese più amata nel mondo, è già al primo posto in classifica: è il più veloce best seller della storia della discografia britannica. Il

Rock Files Today – 01 Novembre – U2

Oggi, 1 Novembre 1996 L’ipersazio di Internet Gli irlandesi U2 sono fra i primi grandi gruppi rock a sfruttare le possibilità promozionali offerte dalla rete. Consci dell’enorme aspettativa che circonda il loro nuovo album, che s’intitola Pop e che viene pubblicato in marzo, hanno installato da oggi una telecamera nel loro studio di registrazione di

Rock Files Today – 20 maggio – U2

Oggi, 20 Maggio 1997. Gli U2 fermano il traffico. Accade a Kansas City, nel Missouri. I quattro irlandesi sono in città per girare col regista Richie Smyth il videoclip del loro ultimo singolo Last Night On Earth. La protagonista femminile è la modella inglese Sophie Dahl, nipote dello scrittore Ronald Dahl. Nel finale appare a