Volvo ha deciso. Dal 2019 non produrrà più modelli diesel

Dal prossimo anno la casa automobilistica non produrrà più nuovi modelli a combustione interna, ma esclusivamente elettrici o ibridi. La rivoluzione comincia con la nuova Volvo S60 sedan, la prima a non avere una motorizzazione diesel.

È la prima casa automobilistica ad abbandonare le motorizzazioni diesel. Una vera rivoluzione, che fa ben comprendere quale sia la strada che l’auto ha iniziato a percorrere: quella dell’elettrificazione. L’annuncio di Volvo stupisce: dal 2019 non verranno più sviluppate motorizzazioni a combustione interna alimentate a diesel. L’offerta di Volvo si concentrerà sui modelli elettrici a batteria, sull’ibrido plug in e sui cosiddetti “mild hybrid” alimentati a benzina.

volvo
La nuova Volvo V60. A fine 2018, arriveranno le due versioni ibride.

E la conferma arriva dal modello che sarà lanciato questa primavera e presentato al Salone dell’automobile di Pechino. La nuova Volvo S60 sedan sarà venduta solo con le motorizzazioni Drive-E a benzina, con motore a quattro cilindri a bassi consumi e da una versione ibrida e ibrida plug-in.

Volvo costruirà solo auto elettriche e punta alla Cina

Il nostro futuro è elettrico e non svilupperemo più nuove generazione di motori diesel”, ha detto Håkan Samuelsson, presidente e amministratore delegato di Volvo Cars. “Elimineremo le auto con un solo motore a combustione interna, con versioni ibride a benzina come opzione di transizione mentre ci spostiamo verso la piena elettrificazione. La nuova S60 rappresenta il prossimo passo in questo impegno”. La produzione della nuova S60 inizierà questo autunno presso il nuovo stabilimento di produzione di Volvo Cars fuori Charleston, nella Carolina del Sud.

Ma la casa automobilistica svedese pare essere decisa a conquistare il mercato cinese. Per questo al Salone di Pechino è stata l’unica a portare in mostra solo veicoli elettrici o ibridi. Nei primi mesi del 2018, Volvo ha aumentato le vendite di oltre il 20 per cento, superando quota 100mila unità. Numeri che mostrano da una parte una continua crescita del numero di veicoli venduti in Cina, in parte coperti da motori elettrici, o comunque a basse emissioni.

La strategie di Volvo è chiara: metà delle vendite entro il 2025 saranno elettriche. “Lo scorso anno ci siamo impegnati per l’elettrificazione in vista di una transizione verso un’era in cui il motore endotermico sarà superato”, ha detto l’amministratore delegato Samuelsson. “Il futuro elettrico della Cina è anche il futuro elettrico di Volvo Cars.”

Articoli correlati
James Dyson: vi svelo l’auto elettrica che sognavo

L’uomo più ricco d’Inghilterra svela per la prima volta l’auto elettrica che avrebbe dovuto fare concorrenza alla Tesla. Poi, il sogno si è infranto. Sir James Dyson spiega perché in un’intervista esclusiva al Sunday Times.