Le foto che hanno vinto il Wildlife photographer of the year 2014

Una selezione dei vincitori della 50esima edizione del premio fotografico Wildlife photographer of the year. C’è anche un italiano.

Il National history museum (museo di Storia naturale) di Londra ha annunciato i vincitori della del Wildlife photographer of the year 2014.

Il premio più importante è andato al fotografo americano Michael Nichols, ormai un’istituzione nel genere, grazie a uno scatto dal titolo The last great picture (l’ultima grande foto) che ritrae cinque leonesse che si riposano con i loro cuccioli all’interno del parco nazionale del Serengeti, in Tanzania.

 

wpy-2014-nichols

 

Mentre il corrispettivo della categoria giovani (under 10) è andato allo scorpione del fotografo spagnolo Carlos Perez Naval. La foto si intitola Stinger in the sun (pungiglione al sole) ed è stata realizzata a Torralba de los Sisones, nella Spagna settentrionale.

 

wpy-2014-naval

 

Tra i premiati c’è anche un fotografo italiano, Bruno D’Amicis. Il suo scatto dal titolo The price they pay (il prezzo che pagano) ha vinto nella categoria World in our hands (il mondo nelle nostre mani). Nella foto, scattata in Tunisia, si vede una piccola volpe di tre mesi tra le gambe di un padrone che molto probabilmente l’ha sottratta al suo habitat naturale, il deserto del Sahara. Le volpi non possono più essere cacciate, ma questa pratica è ancora molto diffusa.

 

wpy-2014-damicis

 

La competizione fotografica più importante del mondo dedicata alla natura e ai suoi abitanti è giunta, quest’anno, alla 50esima edizione. Per vedere tutte le foto che hanno vinto nelle rispettive categorie, clicca qui.

 

I premiati del 2013 sono in mostra al Museo Minguzzi di Milano fino al 26 ottobre.

Articoli correlati