A ognuno la sua acqua…

L’ acqua minerale vene classificata secondo due criteri ben precisi: il valore del residuo fisso e la composizione salina.

Tipo di acqua

  • Minimamente mineralizzata: residuo fisso (mg/l)< 50
  • Oligominerale: 50 < residuo fisso (mg/l)< 500
  • Medio minerale: 500 < residuo fisso (mg/l)< 1500
  • Ricche di sali minerali o fortemente mineralizzate: residuo
    fisso (mg/l)> 1500

Tipo di acqua

Le acque destinate al consumo umano possono essere commercializzate
sotto tre forme differenti:

  • acqua potabile: acqua naturale con residuo fisso intorno a 500
    mg/l (medio minerale), limpida, inodore, incolore e con sapore
    gradevole
  • acqua da tavola: acque (per legge non definibili minerali)
    esenti da particolari elementi nocivi all’organismo
  • acque dietetiche: acque minerali naturali con proprietà
    dietetiche utilizzate per particolari stati fisiologici (come
    l’allattamento) o per la cura di stati patologici (come coliti o
    ipertensione)
Articoli correlati