Cooperazione internazionale

Amnesty International e i sacchi per le salme sparsi sulle coste inglesi

Sulle coste inglesi sono comparse 200 salme finte. Ce le ha messe Amnesty International per far capire al governo britannico che la crisi dei migranti nel Mediterraneo è vicina.

Il 22 aprile la ong Amnesty International ha dato vita a una manifestazione, un fashmob sulle spiagge di Brighton, nel Regno Unito. L’organizzazione umanitaria ha sparso duecento sacchi per il recupero delle salme in riva al mare per far riflettere e per sottolineare la scarsa attenzione del governo britannico sulla crisi dei migranti nel mar Mediterraneo. I sacchi sono stati poi riempiti da altrettanti volontari per rendere l’effetto ancora più inquietante.

 

Dall’inizio dell’anno 1.750 persone sarebbero annegate nel Mediterraneo secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni. Tutte alla ricerca di una via d’uscita dalla guerra e dalla povertà estrema. In tutto il 2014 i decessi erano stati 3.500 su un totale di 219mila migranti che hanno raggiunto l’Europa.

Articoli correlati