Integratori

Artiglio del diavolo, la pianta africana che dà sollievo ai dolori articolari

L’attività fisica indoor può essere un toccasana, se ben gestita. Ma come comportarsi in caso di mal di schiena e dolori articolari? L’artiglio del diavolo favorisce il benessere e l’elasticità delle articolazioni.


A volte le piante, nel loro aspetto, rivelano le proprietà terapeutiche che le caratterizzano. È la cosiddetta teoria delle segnature che gli erboristi medievali avevano messo a punto osservando la natura. Un buon esempio è l’artiglio del diavolo o arpagofito (Harpagophytum procumbens), della stessa famiglia botanica del sesamo. Cresce nei deserti dell’Africa sud-orientale e protende le sue radici uncinate sul terreno inospitale come fosse una mano artrosica che cerca sollievo. “Questa pianta, in effetti, si rivela molto utile per tutti i dolori articolari, artrosi, reumatismi e lombalgie”, spiega Warner Mainini, farmacista esperto di fitoterapia a Inveruno, Milano.

artiglio del diavolo
Pianta di artiglio del diavolo © Flickr/Andreas Ryser

Miniera di principi attivi

Usato tradizionalmente nella medicina popolare del Botswana (ancora oggi è un simbolo di questa nazione) e di altri Paesi africani, l’artiglio del diavolo era considerato un toccasana per tutto l’organismo, dai grandi poteri disintossicanti e antireumatici. “Oggi, grazie a numerosi studi scientifici, ne conosciamo piuttosto bene composizione e proprietà farmacologiche”, prosegue l’esperto. “Il principio attivo più importante è l’arpagoside, ma sappiamo che è il fitocomplesso, cioè l’insieme di attivi contenuti nella pianta, a dare ragione della sua attività. La natura infatti ci offre in questa radice oltre all’arpagoside numerose sostanze come betasitosteroli, flavonoidi, arpagide, procumbide e molte altre che ne potenziano l’efficacia e tamponano l’eventuale tossicità. Che, in questa pianta, risulta comunque molto bassa”.

artiglio del diavolo
Anche le articolazioni del piede possono trovare beneficio dall’assunzione di artiglio del diavolo © Ingimage

Mal di schiena addio

L’attività antinfiammatoria dell’arpagofito è ben studiata. “Studi condotti nel corso degli ultimi decenni hanno dimostrato che inibisce la formazione di radicali liberi e citochine infiammatorie”, spiega Mainini. “La pianta migliora il dolore dell’artrosi e favorisce la mobilità delle articolazioni di tutto il corpo: ricerche pubblicate nelle banche dati scientifiche ne hanno confermato l’attività benefica nei confronti dell’osteoartrite del ginocchio e della lombalgia. È molto utile inoltre per il mal di testa da contratture cervicali, per sciatica e tendiniti. Il trattamento con l’artiglio del diavolo, soprattutto nelle fasi acute dei disturbi artrosici o reumatici, è vantaggioso anche perché lo si può associare alla tradizionale terapia farmacologica (cortisonici in particolare). Oggi che le autorità scientifiche invitano a un uso cauto dei farmaci antinfiammatori (soprattutto dei Fans, farmaci antinfiammatori non steroidei, gravati da molti effetti collaterali), l’integrazione con le piante permette di ridurre i farmaci di sintesi, a tutto vantaggio del benessere del paziente. In questi casi, però, è consigliabile seguire la terapia sotto controllo medico”.

artiglio del diavolo
L’artiglio del diavolo è utile per il mal di testa da contratture cervicali © Ingimage

Dosaggio e precauzioni

Il dosaggio consigliato per l’artiglio del diavolo è di 50-60 mg di estratto al giorno (circa 400 mg di polvere al giorno). Per quanto riguarda la durata del trattamento l’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali, consiglia di impiegare la pianta per la durata di un mese. “Studi specifici infatti indicano un aumento nel tempo della sua efficacia”, precisa Mainini. L’artiglio del diavolo può abbassare i livelli di colesterolo e glicemia ma è controindicato nei diabetici e in chi soffre di calcoli biliari, gastrite e ulcera duodenale (stimola la secrezione di succhi gastrici). Non va usato in gravidanza e allattamento.

artiglio del diavolo
Artiglio del diavolo Arkocapsule Bio di Arkopharma © Arkopharma

Con Artiglio del diavolo Arkocapsule Bio di Arkopharma muoversi è un piacere!

Arkopharma, azienda leader nella produzione di integratori alimentari presente nelle farmacie ed erboristerie di tutta Italia, propone Artiglio del diavolo Arkocapsule Bio. Con polvere di artiglio del diavolo titolata all’1 per cento minimo di arpagoside da coltivazione biologica certificata Ecocert. Completamente vegetale e privo di glutine, Artiglio del diavolo Arkocapsule Bio è indicato per i vegani.

Articoli correlati