Gai Pride, sul lago di Como vince l’ibrido

Sul lago di Como si è disputato il Gai Pride, una gara in cui ha vinto la vettura ibrida che per percorrere tutto il circuito ha consumato meno benzina.

Avete mai visto una gara tra auto in cui non vince la più veloce, ma quella che consuma meno? Esiste, si chiama Gai Pride e la quinta edizione si è disputata domenica scorsa sulle sponde del lago di Como. Organizzata dal Gruppo Acquisto Ibrido, ha visto gareggiare 22 piloti a bordo delle loro vetture ibride Toyota (Yaris e Auris) e Lexus. “Due le novità introdotte quest’anno – ha spiegato Luca Dal Sillaro, tra i fondatori del Gai – I partecipanti sono stati divisi in due categorie, quella Hybrid che ha visto sfidarsi qualsiasi possessore di un’auto ibrida, e quella Hybrid Pro in cui hanno gareggiato invece gli istruttori dei nostri Corsi di Guida Ibrida e i vincitori dei precedenti Gai Pride. La seconda novità ha riguardato il percorso: la mattina la gara si è disputata lungo una strada urbana, nel pomeriggio invece i piloti si sono sfidati su un tratto di strada statale”.

 

Un partecipante alla gara tra auto ibride organizzata dal Gruppo Acquisto Ibrido
Uno dei partecipanti del Gai Pride con la sua vettura ibrida Toyota

 

Chi ha vinto

Sei in tutto i premiati, i primi tre classificati per ogni categoria. Per la Hybrid il vincitore ha consumato 2,7 litri per 100 chilometri, il secondo classificato 3 litri, il terzo 3,1. Per la Hybrid Pro il primo e il secondo classificato hanno registrato un consumo medio da record di 2,6 litri per 100 chilometri, il terzo di 2,7 litri. “Quest’anno i partecipanti erano davvero agguerriti – ha continuato Dal Sillaro – C’è chi ha trovato il modo di “sigillare” le fessure delle portiere per rendere la vettura più aerodinamica, chi ha misurato scrupolosamente la quantità di benzina del serbatoio per essere più “leggero” possibile”. I vincitori sono stati premiati con una coppa e con un buono d’acquisto del valore di cento euro da spendere in accessori Toyota presso il concessionario Toyota Activa di Brescia, lo stesso tramite cui il Gai acquista le auto.

 

Gai Pride - gara organizzata dal Gruppo Acquisto Ibrido
La premiazione dei vincitori del Gai Pride

 

Le prossime gare

Per chi volesse partecipare in futuro al Gai Pride, le prossime sfide si terranno a giugno sulle Dolomiti e a fine settembre all’Isola d’Elba. Per prepararvi e provare a vincere, il Gai organizza sempre corsi di guida, aperti a tutti, anche a chi semplicemente vuole imparare a condurre la propria auto ibrida ottimizzandone al massimo i consumi di tutti i giorni. Le date di primavera sono il 23 e 24 aprile a Salice Terme e il 14 e 15 maggio a Castel San Pietro Terme. Intanto il Gai continua a registrare acquisti di auto ibride: “Da quando abbiamo fondato il gruppo abbiamo comprato 600 vetture, mentre quest’anno la media è di 40 auto al mese”.

 

Gruppo Acquisto Ibrido - Seicento finora le auto ibride acquistate
Seicento finora le auto ibride acquistate dal Gruppo
Articoli correlati
Idrogeno: il punto sulla mobilità sostenibile in Alto Adige

Bilancio delle attività svolte e progetti futuri sull’idrogeno della Regione sono stati gli argomenti al centro di un incontro a Bolzano a cui ha partecipato anche Toyota. La casa automobilistica ha anche firmato in Giappone un accordo con altre 10 aziende per la costruzione su larga scala di stazioni di idrogeno nel Paese.

5 luoghi naturalistici del Trentino che vi sorprenderanno

Conformazioni geologiche uniche, un sentiero che collega due laghi, cascate di cristallo che ricordano un piccolo Canada, giardini botanici a 1.500 metri di altezza e una foresta dove Stradivari cercava il legno per i suoi violini: ecco 5 luoghi in Trentino dove vivere la natura in modo unico.

Toyota Prius Plug-in Hybrid vince il premio World Green Car 2017

Un sistema duale motore/generatore, pannelli solari sul tetto, 100 chilometri con un litro e solo 22g/km di CO2 emessi: grazie alle nuove tecnologie e ai bassi consumi, la Toyota Prius Plug-in Hybrid si è aggiudicata il riconoscimento di auto green dell’anno.