La “sciarpa sospesa” per i senzatetto arriva sui pali e sugli alberi di Bologna

L’iniziativa dell’associazione Guardian angels, che riprende quanto già succede negli Stati Uniti, per ora si concentrerà su alcuni quartieri.

Da Napoli, già da qualche anno, è partita l’iniziativa del ‘caffè sospeso’: entri in un bar, ordini il tuo caffè e ne lasci pagato un altro per qualcuno che verrà, magari meno abbiente. Quest’inverno Bologna rilancia: non caffè, ma sciarpe per i senzatetto. L’iniziativa è dell’Alliance of Guardian Angels, una associazione assistenziale di Bologna. “In alcune zona della nostra città (per ora quartieri San Donato, San Vitale e Navile) verranno lasciate generosamente delle sciarpe per i senzatetto e i per i poveri che sono esposti alle temperature invernali fredde e pericolose – spiega Giuseppe Balduini, il presidente della sezione cittadina – Le sciarpe calde sono a loro disposizione ed offrono un po’ di calore al corpo, ma anche all’animo”.

I primi a donare le sciarpe, che andranno lasciate legate agli alberi dei quartieri interessati, sono i Guardian angels, ma tutti potranno partecipare con una donazione: “Dopo gli Stati Uniti – dove l’iniziativa è nata grazie al gruppo Chase the Chill, attivo dal 2008 –  anche noi proponiamo questa iniziativa. Con la sciarpa, andrà lasciato un biglietto con scritto “Non sono una sciarpa persa! Per favore, prendimi con te se hai freddo. Ti scalderò”.

Articoli correlati