Cani in aereo, basta stiva, con Delta viaggeranno in cabina

Gli animali domestici di piccola taglia che viaggeranno con la compagnia aerea Delta non saranno rinchiusi nella stiva ma potranno viaggiare in cabina insieme ai loro padroni.

Lunghi viaggi possono essere grandi fonti di stress per gli animali domestici, soprattutto i viaggi in aereo, in particolare se l’animale viene rinchiuso nella stiva. Solitamente le compagnie aeree applicano politiche restrittive sul trasporto degli animali, qualcosa però sta finalmente cambiando.

Cane a bordo di un aereo
Con Delta Airlines gli animali che pesano fino a venti chili potranno viaggiare in cabina

La compagnia aerea statunitense Delta ha infatti deciso che i cani non saranno più segregati nella stiva ma potranno viaggiare direttamente in cabina insieme ai loro padroni. La nuova normativa, entrata in vigore lo scorso marzo, non riguarda però gli animali di grossa taglia, che saranno comunque assistiti da personale addetto alla loro sicurezza.

“Sappiamo che gli animali sono importanti membri delle famiglie – ha affermato Bill Lentsch, senior vice president e responsabile del servizio clienti in aeroporto e delle operazioni cargo per Delta Air Lines. – Questo cambiamento assicurerà un servizio di alta qualità e affidabile per gli animali domestici quando i loro proprietari sceglieranno di spedirli con Delta Cargo”.

Cane in cabina
Molte compagnie aeree consentono il trasporto di animali, anche se non esiste una regolamentazione unica per l’accesso a bordo di cani e gatti

Gli animali di piccola taglia, cani, gatti, ma anche tartarughe, pesci, uccelli e roditori, per un peso medio fissato sui 20 chili, sono ammessi a bordo e possono viaggiare in cabina con il passeggero.

Tutti gli altri dovranno invece continuare a viaggiare nella stiva, utilizzando il servizio Delta Cargo, la compagnia aerea assicura però la presenza di personale specializzato che accompagnerà gli animali dal check-in-all’imbarco e il rispetto di particolari standard e misure per il trasporto dei passeggeri non umani, affinché non vengano più trattati come mero bagaglio.

Cane in un trasportino all'aeroporto
Il trasportino deve per legge consentire all’animale di stare in una posizione comoda, di potersi girare e accucciare, deve essere ben aerato, impermeabile, resistente e sul fondo può essere presente un telo e/o altro materiale assorbente

Il cambio di politica della compagnia aerea è stato accolto con favore dalla Peta, l’organizzazione che si batte per i diritti degli animali e potrebbe inaugurare una nuova era di viaggi più confortevoli per i nostri amici animali.

Articoli correlati