Il 99 per cento degli scienziati è d’accordo: è l’uomo a causare i cambiamenti climatici

Il consenso scientifico sull’origine antropica dei cambiamenti climatici ha superato il 99 per cento. È quanto emerge da migliaia di pubblicazioni.

Sono gli esseri umani a provocare i cambiamenti climatici, per l’uso dei combustibili fossili e tutte le altre attività che emettono gas serra in atmosfera. Il consenso scientifico è ormai totale. Su migliaia di pubblicazioni sul clima pubblicate nell’ultimo decennio, infatti, oltre il 99 per cento sposa questa tesi.

Il consenso scientifico ha superato il 99 per cento

Già nel 2013 John Cook, ricercatore dell’università del Queensland, in Australia, aveva passato in rassegna oltre 12mila studi sul clima pubblicati tra il 1991 e il 2011. Il 97,1 per cento sosteneva che il riscaldamento globale fosse provocato dalle attività antropiche, solo lo 0,7 per cento era apertamente contrario e il restante 2,2 per cento era neutrale.

Cambiamenti climatici
Gli effetti dei cambiamenti climatici ©Torsten Blackwood – Pool/Getty Images

A pochi giorni dall’inizio della Cop 26 di Glasgow, un nuovo studio pubblicato su Environmental research letters si pone di nuovo la stessa domanda, arrivando a un responso ancora più netto. Sugli 88.125 articoli scientifici sul clima pubblicati a partire dal 2012, soltanto 28 – tutti pubblicati per testate minori – esprimono posizioni scettiche. Tutti gli altri concordano sull’origine antropica dei cambiamenti climatici. Si può dire dunque che il consenso scientifico abbia superato il 99,2 per cento; a seconda delle stime, potrebbe arrivare addirittura al 99,9 per cento.

Sull’origine dei cambiamenti climatici, “il caso è chiuso”

“Il caso è chiuso. Non c’è nessun nome di rilievo nella comunità scientifica che dubiti dell’origine umana dei cambiamenti climatici”, dichiara uno degli autori, Mark Lynas, noto divulgatore e docente presso la Cornell University. Il grado di certezza scientifica è paragonabile a quello di cui godono la teoria della tettonica a placche o quella dell’evoluzione. Quest’analisi fa il paio con il sesto report del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite, pubblicato ad agosto, che descrive come “inequivocabile” l’influenza umana sul riscaldamento dell’atmosfera, degli oceani e delle terre emerse.

L'autenticità di questa notizia è certificata in blockchain. Scopri di più
Articoli correlati
Quali paesi si sono impegnati a raggiungere la neutralità climatica

L’azzeramento delle emissioni nette di CO2 (o carbon neutrality) consiste nel raggiungimento di un equilibrio tra le emissioni e l’assorbimento di CO2. Prima e durante i lavori della Cop26 di Glasgow si sono moltiplicati gli annunci da parte dei vari capi di stato in merito alla riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera. Molti hanno fissato una limite. Vediamo chi ha dato questo annuncio.

La Cop26 è andata così

Com’è andata la Cop26, un commento a mente fredda sulla conferenza sul clima di Glasgow. Non è ancora il tempo per abbandonare la speranza.