Pilates, per un corpo armonico. Ecco benefici e tipi ed esercizi

Porta il nome del suo inventore, Joseph Hubertus Pilates innovativa ginnastica in cui si fondono principi delle discipline orientali ed esigenze occidentali

Ma come si è diffusa in tutto il mondo in meno di un secolo a partire da un unico studio di New York? Per comprendere il successo di questa tecnica, bisogna innanzitutto capire come è nata: Pilates era uno sportivo completo (ginnasta, sciatore, tuffatore, pugile), che aveva praticato diverse attività per rafforzare la sua costituzione inizialmente gracile al punto di diventare addirittura istruttore di autodifesa degli agenti di Scotland Yard. Emigrò negli Usa dalla natia Germania quando il regime nazista manifestò interesse per le sue teorie sull’educazione fisica, elaborate studiando lo yoga e persino i movimenti degli animali.

Cos’è il pilates

Julia Roberts e Madonna sono fanatiche da anni del training Pilates che ovviamente è targato America dove da molto tempo è il metodo di riscaldamento e mantenimento muscolare più usato dai danzatori. Si vedono uscire i partecipanti da una classe di Pilates con facce molto distese, sorrisi e un modo di camminare diritto e aperto: ma in che cosa consiste esattamente il metodo Pilates?

Il metodo Pilates, finalizzato all’uso armonico di ogni parte del corpo e allo scarico delle tensioni dalla colonna vertebrale, si fonda su sei semplici principi: baricentro, respirazione, fluidità, concentrazione, controllo, precisione. “Tutto passa per il centro” sosteneva lo stesso Pilates: l’addome è il punto in cui si genera la forza necessaria al compimento di ogni esercizio, evitando sforzi eccessivi ad altri distretti corporei già troppo sollecitati (collo, spalle, muscoli dorsali).

Come Frederick Alexander, ideatore di un eccellente training posturale e più tardi Moshe Feldenkrais con il suo percorso di conoscenza attraverso il movimento anche Hubertus Pilates sviluppa la sua ricerca sul fisico e le sue potenzialità partendo da una mancanza del corpo, da un difetto: è gracile e la paura di contrarre la tbc lo fa diventare un appassionato cultore della forma muscolare.

pilates
Il metodo Pilates è finalizzato all’uso armonico di ogni parte del corpo e allo scarico delle tensioni dalla colonna vertebrale © ingimage

Benefici del pilates, a cosa serve

Non c’è niente di duro, forzato, esasperato nel suo training, difatti chi pratica Pilates ha sempre un corpo sinuoso, forte, aperto soprattutto nel petto; le parole chiave durante la classe di Pilates sono calma e dolcezza che si traducono nei sei principi base di articolazione dell’allenamento fisico. Infatti questa pratica è di grande aiuto per chi soffre di dolori e infiammazioni che colpiscono diverse parti del corpo, come ad esempio il mal di schiena.

Gli esercizi di pilates

Il respiro è il secondo elemento fondamentale: in questa tecnica – contrariamente a quanto spesso ci viene insegnato in molte scuole e palestre – ci si muove durante l’espirazione, favorendo così la fluidità dei gesti che non devono mai essere eseguiti in maniera affrettata o “a strappo”.

Per seguire questi insegnamenti, sarà necessario “mettersi in ascolto” del proprio corpo attraverso la concentrazione, comprendere i propri limiti fisici grazie al controllo dei movimenti e provare a superarli con la precisione dell’esecuzione.

Pilates individua in tre gruppi muscolari fondamentali l’impalcatura che ci permette di stare diritti e aperti fisicamente ed emotivamente. I quadricipiti femorali, quei muscoloni lunghi sul davanti delle cosce attaccati alle fasce inguinali che ci permettono di stare in piedi, di essere collegati alla terra e di camminare, gli ileopsoas, quelle fasce muscolari che chiamiamo “cintura dell’amore”, in realtà fondamentali per sorreggere correttamente la colonna vertebrale e il diaframma insieme a tutti gli addominali che contribuiscono a farci tenere “la vita alta”, ovvero a non insaccarci quando stiamo seduti o semplicemente siamo tristi. E infine i pettorali e i loro muscoli antagonist, trapezio e fasce interscapolari, quelli che presiedono il quinto chakra, nello yoga, il fulcro del cuore e della espansione, dell’emotività.

Forme di pilates e attrezzi

Mat work

Il metodo prevede una serie di esercizi a corpo libero che toccano tutti i gruppi muscolari sia a terra (mat work) e altri da realizzare attraverso le macchine progettate dallo stesso Pilates.

Universal reformer

La più famosa, l’Universal reformer, con cinghie e tiranti, vide la sua prima genesi in un ospedale da campo durante la Prima guerra mondiale e consisteva originariamente in un sistema di trazioni a molla da applicare ai letti per la riabilitazione dei malati. Attraverso leve e tiraggi mirati permette un allungamento e una distensione
muscolare che altrimenti si raggiungerebbe molto più lentamente.

Magic circle

Oltre ai lettini attrezzati, uno degli strumenti più utilizzati è il Magic circle, un cerchio metallico di 40 centimetri circa di diametro che serve ad aumentare la resistenza e il lavoro muscolare.

Ma Pilates ha qualcosa in più di tutte queste discipline risorte o create a bella posta negli ultimi tempi per ricongiungerci a noi stessi: ha il nostro immaginario collettivo passato che rivive ogni volta nel presente della lezione attraverso la levità, il gioco, la cura. Il suo è un percorso talmente profondo e preciso da diventare una pratica reale, se ben eseguita, di trasformazione del sé, in cui ognuno di noi può illuminare e far svanire le proprie ombre, i nodi interiori, il tutto con estrema grazia e dolcezza.

Il pilates fa dimagrire

Il pilates aiuta a dimagrire, avere una pancia piatta e una forma invidiabile. È una forma di allenamento completo che aiuta a mantenere in equilibrio corpo e mente attraverso movimenti precisi e molto mirati. Proprio per questo, bisognerebbe farsi guidare da un istruttore esperto anche per affrontare i diversi esercizi indicati per rassodare l’addome. Per più informazioni su come dimagrire, Come avere la pancia piatta: ecco gli esercizi e la dieta giusta per uomo e donna.

Pilates in gravidanza

Pilates aiuta a prepararsi al parto sia dal punto di vista fisico che psicologico, migliorando tono ed elasticità dei muscoli e permettendo alla futura mamma di sperimentare tecniche di rilassamento che si riveleranno utili durante il travaglio.

Video di esercizi di pilates

Bibliografia

Anna Selby e Alan Herdman, Pilates. Una ginnastica per il corpo e per la mente, Il Corbaccio.

Alycea Ungaro, Pilates, Corpo in movimento, Fabbri.

Erika Dillman, Pilates. Come tenersi in forma con il metodo della ginnastica armonica, Mondadori.

Jonathan Urla, Yogilates. L’integrazione dello yoga e del metodo pilates per il fitness, la forza e la flessibilità, Libreria dello Sport.

di Olimpia Ellero e Giulia Tommasi

Articoli correlati