Cos’è il Salone della Csr che si terrà alla Bocconi a ottobre

Il 7 e 8 ottobre si terranno dibattiti, convegni, casi aziendali e best practices. Una due giorni dedicata alle nuove tendenze del mercato e dell’economia: sharing economy e commons collaborativi.

Giunto alla seconda edizione, è il più importante evento italiano dedicato alla responsabilità sociale d’impresa, all’innovazione e alla sostenibilità. Promosso e organizzato da Università Bocconi, Csr Manager Network, Unioncamere, Alleanza delle Cooperative Italiane, Fondazione Sodalitas, Koinètica, il Salone vuole essere punto di riferimento e tramite per aziende, mondo del lavoro e giovani.

 

Il focus di quest’anno verterà essenzialmente sul più grande processo di trasformazione che sta affrontando il mondo dell’economia e la nostra società, ovvero i commons collaborativi. Ecco allora che si parlerà di co-progettazione, sharing economy, crowdfunding, coworking, crowdsourcing, business p2p, stakeholder engagement.

 

Per parlare di cambiamento e trasformazione, verranno presentati casi aziendali di successo ed esplorato a fondo il mondo della Corporate Social Responsibility. Ecco allora le case history di Breading, l’app pensata per combattere lo spreco alimentare o appuntamenti per spiegare le potenzialità del co-working, o ancora si spiegherà il percorso da intraprendere per diventare Csr manager, ovvero i manager della sostenibilità d’impresa.
Una due giorni dedicata a giovani che per la prima volta si stanno avvicinando al mondo del lavoro, alle imprese, alla pubblica amministrazione, alle start up e alle Ong. Per comprendere dove sta andando il mondo del lavoro e quali sono le prospettive future.

Articoli correlati
Whirlpool, guardare lontano puntando al net zero

Zero emissioni nette entro il 2030, zero sprechi e zero rifiuti in discarica. Il colosso degli elettrodomestici spiega come intende raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi di sostenibilità.

Articolo sponsorizzato