Crolla un cavalcavia vicino Ancona, due morti e due feriti sulla A14

Incidente nel tratto tra Loreto e Ancona, inaugurato a dicembre 2015 dopo la realizzazione della terza corsia. Il ponte era chiuso al traffico per lavori.

Due persone sono morte, schiacciate all’interno dell’autovettura su cui viaggiavano dal crollo di un cavalcavia sull’auostrada A14 Bologna-Taranto, nel tratto tra Ancona Sud e Loreto, nelle Marche. Nel crollo sono rimasti feriti anche due operai che lavoravano proprio al rifacimento della struttura crollata, che era temporaneamente chiusa al traffico. La notizia è stata resa nota dalla Società Autostrade per l’Italia: “Nell’ambito dei lavori di ampliamento a tre corsie dell’A14 si è verificato il cedimento di una struttura provvisoria posizionata a sostegno del cavalcavia, che era chiuso al traffico”. Sul posto si sono immediatamente recati i Vigili del Fuoco. I lavori per l’adeguamento del cavalcavia si erano resi necessari in seguito alla realizzazione della terza corsia del tratto tra Rimini e Porto Sant’Elpidio, inaugurata appena il 30 dicembre 2015.

Per ampliamenti e manuntenzione delle autostrade la scorsa estate il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) aveva stanziato 2 miliardi di euro, di cui 1.4 ancora da spendere, ma già lo scorso ottobre un caso analogo era avvenuto a Lecco, quando un cavalcavia crollò sotto il peso di un Tir investendo delle automobili in transito. Più in generale, per quanto riguarda la messa in sicurezza del territorio a 360 gradi, il parlamento si è occupato recentemente  di interventi di riqualificazione antisismica nelle zone colpite dai terremoto dei mesi scorsi (tra cui proprio le Marche, dove è avvenuto il crollo di oggi) e sulla limitazione del consumo del suolo e del riuso, che resta però in attesa di approvazione finale.

Articoli correlati